Home Attualità Sensibilizzazione alla raccolta differenziata per San Nicola. Decaro: “Nel 2018 porta a...

Sensibilizzazione alla raccolta differenziata per San Nicola. Decaro: “Nel 2018 porta a porta per 130mila abitanti”

La raccolta porta a porta dei rifiuti differenziati “proseguirà quest’estate nella città vecchia e nei quartieri San Paolo-Stanic, Carbonara, Ceglie e Loseto, coprendo per la fine del 2018 un territorio con oltre 130mila abitanti”. Lo ha spiegato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, annunciando che durante i prossimi eventi pubblici, come la festa del patrono san Nicola, nel capoluogo pugliese circoleranno veicoli nuovi (5 Ape e 5 T-ricicli) che sensibilizzeranno i partecipanti alla commemorazione del santo alla raccolta differenziata.

 

“È una iniziativa – ha spiegato Decaro – che rientra nel piano comunicazione e sensibilizzazione della cittadinanza all’utilità e alla convenienza della raccolta differenziata. In una città che comunque ha già risposto positivamente alla raccolta con il sistema porta a porta con un aumento della differenziata pari al 81% che ha portato al 41% la percentuale di differenziata nell’intera città”. “Il piano di sensibilizzazione – ha aggiunto l’assessore per l’ambiente Pietro Petruzzelli – prevede anche una campagna di informazione nelle scuole cittadine, a partire dal prossimo 14 maggio, dove i bambini verranno formati per essere agenti di cambiamento di mentalità trasformandoli in ‘eco-capitani’ della differenziata. Saranno inoltre distribuiti materiali didattici, come degli ECOricettari, che semplificheranno la comprensione su come fare correttamente la raccolta differenziata”. La cultura della raccolta differenziata nel comune di Bari sta crescendo anche grazie alla collaborazione tra il Conai, per il riciclo degli imballaggi, i consorzi nazionali per il riciclo di acciaio (Ricrea), alluminio (Cial), carta e cartone(Comieco), plastica( Corepla) e vetro(Coreve) e l’Amiu. 

 

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo