Home Attualità Monopoli, cinque defibrillatori automatici in aree pubbliche. Il Comune: “Installati nei luoghi...

Monopoli, cinque defibrillatori automatici in aree pubbliche. Il Comune: “Installati nei luoghi di maggiore affluenza”

La città di Monopoli si dota di cinque nuovi defibrillatori “pubblici”. Gli apparecchi salvavita modello Rescue Sam sono stati installati in piazza Garibaldi (accanto all’ingresso della biblioteca civica), in piazza XX Settembre (nei pressi dell’ingresso laterale della chiesa San Domenico), al civico 4 di largo Plebiscito (farmacia Gentile) e al civico 44 di via Vittorio Veneto (farmacia Licciulli). Un quinto defibrillatore sarà installato in via Lepanto 105, presso la tabaccheria Adelmo Alò, non appena saranno terminati i lavori di ristrutturazione in corso. Le aree nelle quali sono state installate le teche sono dotate di videsorveglianza, mentre un sistema elettronico consente di allertare la Polizia Locale in caso di utilizzo.

“Era un obiettivo che l’amministrazione comunale si era posto e dal quale una città con un flusso turistico come il nostro non può prescindere – dice sindaco Emilio Romani -. Ringrazio la disponibilità delle farmacie Gentile e Licciulli, della tabaccheria Adelmo Alò, della Confraternita San Domenico e dell’Arma dei Carabinieri che hanno consentito di apporre sul muro di loro proprietà le teche dove posizionare i defibrillatori. Mi auguro che questo sia un primo passo verso una città sempre più cardioprotetta”.

Il DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) è una macchina di piccole dimensioni che contiene al suo interno due piastre adesive in grado di rilevare le alterazioni dell’attività elettrica del cuore ed erogare una scarica elettrica quando necessario. È composto da un corpo centrale in grado di analizzare i dati trasmessi grazie alle piastre e fornire indicazioni vocali all’utente che lo sta utilizzando in merito alle procedure da mettere in atto. I DAE sono semplici da utilizzare: la macchina stessa stabilisce se è necessario erogare la scarica elettrica e, attraverso una voce elettronica, suggerisce le successive modalità di intervento sulla persona bisognosa di soccorso.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo