/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Gli studi degli architetti baresi aprono al pubblico, al via "Open! 2018" - LE FOTO

Gli studi degli architetti baresi aprono al pubblico, al via "Open! 2018" - LE FOTO

“Lo sai perché un progetto di architettura è indispensabile per la vita di tutti? Lo sai che un architetto è come un medico?”. Con queste domande, il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori lancia l’iniziativa Open! 2018. In tutta Italia, il 18 e il 19 maggio gli studi di architettura aprono le porte al pubblico. Organizzato in collaborazione con gli Ordini territoriali, l’evento unisce idealmente tutti gli studi italiani, in una due giorni di iniziative studiate per “avvicinare l’architetto al cittadino”.

 

Nell’area metropolitana barese, coordinati dalla referente architetto Rosa Nicastri, componente della commissione cultura presso il Consiglio Nazionale, i professionisti hanno realizzato un interessante programma che coinvolge temi differenti.

La manifestazione accomuna idealmente tutti gli studi italiani in un unico grande evento diffuso su tutto il territorio nazionale nell’ambito del quale gli studi di architettura apriranno contemporaneamente le loro porte al pubblico. Si tratta di un’occasione per far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori. Lo scopo principale è quello di far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi e di stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività.

 

Questa manifestazione nasce con l’idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale per avvicinare l’architetto al cittadino e far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto.

Gli studi che aderiscono, con i relativi temi, sono i seguenti:

 

Bari

- Studio LAN - “Dalla natura all’architettura”

- Studio Ideam - “Esposizione di architettura”

- Studio 3af - “Architettura – design – fabbrica di idee”

- arch. Martina Ottaviano di “Rebel Architette” c/o studio 3af

- Studio a.b. - “Architettura come funzionalità e bellezza”

- Laboratorio di Architettura e Design - “Dialoghi su architettura e design”

 

Polignano a Mare

- Studio AAM44 di arch. Antonella Mari - “trasFormazione”;

- arch. Nicola Giuliani - “Il recinto”;

- M+T di Lucrezia Montalbò e Domenico Tanese - “Ex Machina” ;

- arch. Paolo Pellegrini - “Resilienza urbana”;

- Studio Ciasca - “Per.Corso”;

- arch. Matteo Lorusso - “Permanenza”;

- arch. Annamaria Modugno - “Il luogo, lo spazio, l’architetto”;

- arch. Aurelia Pacelli e arch. Alessandra Passiatore - “Architettura_spaziotempo”;

- arch. Mariella Annese - “Paesaggi”;

- arch. Giove Zeus Daresta.

 

Molfetta

- arch. Antonella Scarimbolo - “Dinamiche progettuali - il mestiere dell'Architetto”

- Atelier Attico10 - “Architettura sartoriale”

 

Giovinazzo

- arch. Sara Spadavecchia - “Officina di Architettura” 

 

Castellana Grotte

- Studio Aiuera - “Piani e progetti di architettura, ingegneria e urbanistica”

 

Putignano

- arch. Piero Russo - “Open, porte aperte al pubblico”

 

Altamura

- Laboratorio di architettura - “Architettura artigianale” 

 

Ruvo di Puglia

- ARCHeDECO’ - “In_ESaUribiLe ArcHiTeTTo”

 

Uteriori informazioni sono reperibili dal sito ufficiale www.studiaperti.com

 

 

""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.