/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, sprechi alimentari e opportunità della nuova legge 166: l’incontro con Maria Chiara Gadda

Bari, sprechi alimentari e opportunità della nuova legge 166: l’incontro con Maria Chiara Gadda

Quali sono gli effetti prodotti dalla legge 166 contro lo spreco alimentare? Che opportunità si aprono per le imprese e gli enti locali che decidono di investire in questa forma di responsabilità sociale? Sono queste alcune delle domande che hanno tenuto banco durante l’incontro di oggi pomeriggio all’Officina degli Esordi con Maria Chiara Gadda: deputata del Pd e prima firmataria del testo di legge che ha riformato l’impianto normativo contro lo spreco alimentare, semplificando le procedure burocratiche per il recupero delle eccedenze alimentari e incoraggiando forme innovative nel campo della diffusione di corretti stili di vita.

L’incontro si inserisce tra le attività promosse a sostegno del “Frigo Solidale”, progetto ideato da Kenda Onlus, finanziato da “Fondazione Con il Sud” e sostenuto da una rete di soggetti associativi tra cui l’Aps Farina 080 che con Avanzi Popolo 2.0 porta avanti da circa quattro anni una serie di attività orientate al contrasto dello spreco di cibo attraverso una rete diffusa di attivazione sul territorio regionale.

“Si tratta di una legge importante che da un lato fa chiarezza su alcuni concetti chiave in materia di eccedenze e contrasto agli sprechi alimentari e non solo – ha spiegato l’onorevole Gadda -, dall’altro innova le forme di welfare invitando nuovi soggetti tra cui imprese, realtà profit, aziende di produzione e trasformazione, GDO, ad occuparsi di solidarietà reimmettendo nel circuito del sociale prodotti ancora utilizzabili per il consumo”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.