/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Palagiustizia, firmata ordinanza di revoca agibilità: "Sgombero entro 90 giorni"

Palagiustizia, firmata ordinanza di revoca agibilità: "Sgombero entro 90 giorni"

“Il provvedimento dichiara inagibile l'immobile e prescrive che l'esecuzione dello sgombero debba avvenire entro e non oltre il termine di 90 giorni dalla notifica”. La proprietà dovrà coordinarsi “con le autorità competenti in materia (Vigili del Fuoco e Autorità di pubblica sicurezza), che dovranno fornire le necessarie prescrizioni operative, sia preventive che in corso d'opera, e coordinare le operazioni”.

 

È quanto si legge nell'ordinanza firmata dai dirigenti della ripartizione Urbanistica ed Edilizia privata del Comune di Bari. "Allo scopo di limitare le sollecitazioni sugli elementi portanti del palazzo orizzontali e verticali, riducendo il rischio, - prosegue l'ordinanza - deve immediatamente provvedersi, a cura della proprietà (l'Inail, ndr), allo spostamento della documentazione di archivio e degli arredi di maggior ingombro e peso dai piani superiori al livello interrato, previo trasferimento in altra sede del materiale già presente a livello interrato dell'immobile, ai fini del mantenimento del 'carico di incendio' risultante dalle operazioni di movimentazione entro limiti compatibili con gli standard di sicurezza antincendio, anche nel periodo transitorio".

 

Alla proprietà spetterà, inoltre, "redigere uno specifico piano di gestione dell'emergenza finalizzato alla mitigazione dei rischi presenti, in modo da permettere l'inibizione dell'accesso agli estranei e l'accesso limitato e controllato delle persone autorizzate e preposte". "Tale piano - spiegano i tecnici - deve prevedere: le misure di sicurezza, i mezzi di soccorso e i dispositivi di protezione collettiva e individuale da predisporre preliminarmente e durante le operazioni interne all'immobile, i percorsi, le vie di fuga e le relative prescrizioni di protezione e di uso (ad es. divieto di uso degli ascensori), il presidio costante da parte di personale altamente qualificato alla gestione del rischio e all'apprestamento dei soccorsi in caso di emergenze (Vigili del Fuoco, Protezione Civile, personale sanitario) e l'accesso limitato all'edificio"

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.