/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Goletta Verde, Puglia seconda regione d'Italia per mare illegale: in media due reati ogni chilometro di costa

Goletta Verde, Puglia seconda regione d'Italia per mare illegale: in media due reati ogni chilometro di costa

Un mare assediato da tonnellate di rifiuti, nella stragrande maggioranza plastiche non gestite correttamente, che continuano a finire in mare e ad invadere le nostre spiagge. I dati presentati nel dossier di Goletta Verde, storica campagna di Legambiente che da oltre 30 anni effettua il giro delle coste italiane per denunciare e contrastare i “pirati del mare”, vedono la Puglia al secondo posto nella classifica del mare illegale d'Italia. Peggio ha fatto solo la Campania.

Il dossier analizza l'illegalità nel ciclo del cemento e l'inquinamento delle acque e del suolo nelle regioni costiere, la pesca di frodo e il codice della navigazione e nautica da diporto. A fronte di 2.098 le infrazioni accertate, pari al 12,3% del totale nazionale, sono state 2.226 le persone denunciate e arrestate, e 759 i sequestri effettuati dalle Forze dell’Ordine.

Nella classifica dell’illegalità nel ciclo dei rifiuti nelle regioni costiere, la Puglia detiene il secondo posto con 677 infrazioni accertate, pari all’11,1% del totale nazionale, 820 persone denunciate e arrestate e 312 sequestri, mentre sul fronte dell’abusivismo edilizio e ciclo del cemento, la nostra regione occupa il terzo posto, dopo Campania e Calabria, con 417 infrazioni accertate, 483 persone denunciate e 250 sequestri effettuati.

Goletta Verde, salpata in queste ore dalla Liguria, sarà in Puglia dal 23 al 27 luglio con tappe a Otranto, Polignano a Mare e Peschici.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.