/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari ricorda Michele Fazio, vittima innocente di mafia: la cerimonia nella città vecchia a 17 anni dal suo omicidio

Bari ricorda Michele Fazio, vittima innocente di mafia: la cerimonia nella città vecchia a 17 anni dal suo omicidio

Si è svolta questa mattina, nella città vecchia, la cerimonia in ricordo di Michele Fazio, vittima innocente di mafia, a 17 anni dal suo tragico omicidio per mano della criminalità organizzata. Attimi di panico, nel corso della commemorazione, si sono registrati in seguito a un lieve malore che ha colpito il comandante della Polizia Locale, Michele Palumbo: il comandante, probabilmente a causa di un calo di pressione, è svenuto. Lo spavento, dopo qualche minuto, è stato spazzato via dallo stesso Palumbo, che si è rialzato rassicurando tutti sulle proprie condizioni di salute. Per lui, solo una ferita sulla fronte causata dalla caduta.

“Questa non è una manifestazione che organizziamo per abitudine o per dovere istituzionale e, soprattutto, non è una manifestazione formale - ha detto Antonio Decaro nel corso della cerimonia -. È un’occasione per stare insieme, lo facciamo ormai da tanto tempo. Sono trascorsi 17 anni da quel tragico evento e questa città, fortunatamente, è cambiata da allora. All’epoca Bari era più omertosa, non era abituata a reagire preferendo, magari, girare la testa dall’altro lato, sceglieva di restare in silenzio e non parlare. C’è tanta strada da fare ancora, il percorso è lungo e complesso ma è cominciato, ed io sono orgoglioso di essere il sindaco di una città che reagisce, in cui vivono commercianti e imprenditori onesti che denunciano le estorsioni costituendosi parte civile nei processi. Questo è un fatto importante per una città come la nostra, che deve ancora eliminare quella zona grigia in cui la legalità si confonde con l’illegalità, che tollera chi incontra un criminale e gira la testa dall’altra parte. E invece bisogna avere il coraggio di guardarli negli occhi, i criminali: sono loro a doversi vergognare, non noi”.

La commemorazione proseguirà alle ore 17 con un torneo di calcetto dedicato a tutte le vittime innocenti di mafia che avrà luogo nei campetti “Michele Fazio”, a Barivecchia, e si concluderà alle 19 con la messa nella Cattedrale di San Sabino.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.