Home Attualità Sanità, gare d’appalto per beni e servizi: forniture sempre più da fuori...

Sanità, gare d’appalto per beni e servizi: forniture sempre più da fuori regione. Le richieste di AFORP – VIDEO

Fatturati in calo, gare uniche centralizzate e partecipazione delle imprese del territorio. L’associazione dei Fornitori ospedalieri della Regione Puglia ha incontrato il Presidente Michele Emiliano e il Direttore del Dipartimento per la Salute Giancarlo Ruscitti. Al centro della discussione la delicata situazione economica delle aziende pugliesi che operano in questo settore.

Il problema evidenziato è semplice: le gare prevedono criteri sempre più stringenti che diminuiscono le possibilità di partecipazione delle piccole e medie imprese del territorio. A beneficiarne sono le grandi aziende del nord o peggio ancora multinazionali extraeuropee. Un esempio su tutti: per presidi medico chirurgici le aziende sanitarie pugliesi hanno speso nel 2017 circa 440 milioni di euro. Di questi solo 17 milioni sono riferibili a imprese del territorio, con sedi legali in Puglia, lavoratori pugliesi e che pagano le tasse in questa regione. I restanti 427 milioni finiscono fuori.

“Questa regione ha bisogno di innovazione tecnologica – ha detto il Presidente di AFORP, Giuseppe Marchitelli – ma ha bisogno anche di gare partecipate, che trasferiscano esiti ma che non penalizzino ulteriormente le imprese del territorio”. Al termine dell’incontro il governatore Emiliano ha assicurato che le aziende potranno presto sedersi al tavolo sulla spending review, per mettere a disposizione del sistema sanitario regionale anche il proprio bagaglio conoscitivo a garanzia di una vera economicità delle gare.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo