Home Attualità Allagamenti a Santa Fara, al via lavori per realizzare cinque pozzi anidri....

Allagamenti a Santa Fara, al via lavori per realizzare cinque pozzi anidri. Galasso: “A fine agosto problema risolto”

Sono iniziati i lavori per la realizzazione di cinque pozzi anidri volti a risolvere definitivamente il problema degli allagamenti nel sottopassaggio di Santa Fara in caso di abbondanti precipitazioni. “Il primo pozzo – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari, Giuseppe Galasso – sarà installato in corrispondenza del punto più basso del sottopassaggio. Sarà utilizzato il foro pilota della prova di drenaggio che abbiamo fatto qualche settimana fa. Lo stesso verrà ‘incamiciato’ per una parte, dato che il terreno che viene attraversato è molto fratturato e comodo per la permeabilità. E per evitare che si possano staccare dei frammenti dalle pareti si mette questa ‘camicia’ forata in maniera che quel buco resti integro”.

 

L’autorizzazione ai lavori è stata concessa dalla Città Metropolitana ed è relativa esclusivamente allo scarico delle acque piovane, “previo trattamento di grigliatura e sabbiatura previsto per legge. In questa maniera l’acqua – sottolinea Galasso – viene smaltita nel sottosuolo attraverso questi pozzi anidri”.

 

Altri due pozzi, invece, saranno realizzati su strada Torre Tresca, lateralmente al santuario di Santa Fara, già da oggi temporaneamente chiusa per consentire lo svolgimento dei lavori. Secondo gli studi condotti, sembra infatti che da quella zona arrivi un’ingente quantità di acqua ogniqualvolta ci sono forti precipitazioni. “Con i pozzi la intercettiamo prima che arrivi al sottopassaggio. Come? Attraverso tre canalette trasversali, delle griglie bullonate di alta qualità che deviano il percorso dell’acqua nelle vasche”.

 

I lavori per gli ultimi due pozzi, infine, riguarderanno un piccolo sottopassaggio che si trova proseguendo su strada Torre Tresca, verso Carbonara. “L’intera opera – conclude l’Assessore – sarà ultimata entro il mese di agosto. Una volta terminata il sottovia non farà più paura e saranno risolti i problemi di smaltimento d’acqua in maniera definitiva”.

 

[bt_slider uid=”1532689723-5b5afd3b9dba7″ target=”_blank” width=”0″ crop=”no” thumbnail_width=”800″ thumbnail_height=”600″ show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.57.33.jpeg” title=”WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.57.33.jpeg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.57.32 (1).jpeg” title=”WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.57.32 (1).jpeg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.54.41.jpeg” title=”WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.54.41.jpeg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.57.31.jpeg” title=”WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.57.31.jpeg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.54.41 (1).jpeg” title=”WhatsApp Image 2018-07-27 at 12.54.41 (1).jpeg” link=”” parent_tag=”slider”][/bt_slider]

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo