Home Attualità Bari, insulti e auguri di morte al sindaco per la questione cani...

Bari, insulti e auguri di morte al sindaco per la questione cani senz’acqua. Decaro: “Ecco gli effetti di una fake news”

“Ecco quali sono gli effetti di una fake news”. Nello specifico, una lunga serie di insulti e auguri di morte pubblicati su Facebook e indirizzati ad Antonio Decaro. A renderlo noto è lo stesso sindaco di Bari con un post sulla sua pagina ufficiale. La questione al centro della polemica è quella relativa a 150 cani, ospiti di un canile barese, che nei giorni scorsi sarebbero stati lasciati senz’acqua. Anzi, il cui approvvigionamento d’acqua, secondo qualcuno, sarebbe stato addirittura vietato dal primo cittadino.

Sull’argomento, già nei giorni scorsi, sindaco e staff avevano provato a fare chiarezza. “Le cisterne sono state nuovamente riempite di acqua e, anche grazie all’intervento di cittadini volontari che ringraziamo, nel canile per un po’ l’acqua non mancherà – avevano scritto dal Comune martedì -. Ricordiamo che tra gli obblighi delle associazioni che gestiscono queste strutture c’è anche l’approvvigionamento di acqua, così come di avvertire immediatamente la pubblica amministrazione di eventuali problemi, cosa che in questo caso non è stata fatta”.

“Gente che non sa nulla di me, che non ha cercato la verità dei fatti e che da due giorni augura la morte a me e alla mia famiglia – scrive Decaro su Facebook in relazione agli affetti di quella che definisce una fake news -. Questo perché qualcuno avrebbe detto sui social che io avrei vietato di dare da bere a 150 cani ospiti di un canile. Io da sindaco, ma soprattutto da essere umano, non firmerei mai un documento in cui si vieta di dare acqua a dei cani, come a qualsiasi tipo di animale. Io non escludo la possibilità di intraprendere vie legali, ma a tutti voi chiedo davvero di approfondire sempre quello che gira sui social. Perché spesso ce la prendiamo con qualcuno senza sapere la verità”.

In ogni caso, fa sapere lo stesso sindaco, la situazione acqua si è risolta in poche ore grazie all’intervento di alcuni volontari e i cani stanno bene.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo