Home Attualità Bari, carenza di personale e disagi al Pediatrico. Melchiorre: “Sanità governata in...

Bari, carenza di personale e disagi al Pediatrico. Melchiorre: “Sanità governata in maniera poco raffinata” – VIDEO

Circa 28mila accessi l’anno, 12 medici su 19 di pianta organica e un numero di codici verdi e bianchi che sfiora il 95%. Fratelli d’Italia fa il punto sulla situazione del Giovanni XXIII. L’ospedale pediatrico, prossimo a una scorporazione dal Policlinico, soffre di atavici problemi di carenze di personali e di servizi. Con un disagio che ricade sui piccoli pazienti e le loro famiglie che fanno capo a questo centro per tutte le questioni relative alla salute del proprio figlio. Un problema culturale, come si dice da tempo, ma anche di organizzazione del sistema di presa in carico del paziente.

L’onorevole Marcello Gemmato, segretario della commissione sanità della camera dei deputati, e i consiglieri comunali Filippo Melchiorre, presidente della commissione qualità dei servizi del comune, e Michele Caradonna, hanno potuto constatare personalmente le difficoltà in cui gli stessi operatori sono costretti a svolgere il proprio servizio.

Se da un lato le dotazioni di medici, infermieri e ausiliari sono inferiori ai fabbisogni fissati sulla carta è pur vero che con troppa facilità si ricorre alle cure del Pronto Soccorso. L’introduzione del servizio Scap per festivi e prefestivi si è rivelata un’idea intelligente ma ancora insufficiente a offrire all’utenza un’alternativa concreta rispetto all’ospedale. Occorre ribaltare la percezione e la fiducia di chi richiede assistenza sanitaria, garantendo quei servizi sul territorio bandiera del governo regionale all’indomani della presentazione del piano di riordino ospedaliero. Un concetto sottolineato dallo stesso Filippo Melchiorre.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo