Home Attualità Palagiustizia Bari, magistrati e personale al lavoro nel palazzo inagibile

Palagiustizia Bari, magistrati e personale al lavoro nel palazzo inagibile

Nel Palagiustizia di via Nazariantz la giornata è cominciata come sempre, con magistrati e personale amministrativo all’interno dell’immobile a lavorare. Oggi, come preannunciato a mezzo stampa dal Ministero, tutti avrebbero dovuto lasciare il palazzo inagibile, eppure gli uffici sono operativi.

 

L’immobile è stato dichiarato inagibile per rischio crollo nel maggio scorso e il Comune aveva dato inizialmente 90 giorni per lo sgombero (con scadenza oggi). Il trasloco è iniziato ed è tuttora in corso verso le due sedi di via Brigata Regina (che dovrebbe ospitare pm e gip) e l’ex sezione distaccata di Modugno per il Tribunale penale, entrambe insufficienti ad accogliere tutti.

 

Quindi, su sollecitazione della Procura che chiedeva più tempo per poter portare avanti indagini delicate, il Comune ha concesso una proroga di 120 giorni. Lo ha fatto sulla base di una nuova perizia che rassicura su un attenuato rischio crollo dopo l’alleggerimento dei piani superiori dai carichi pesanti. A questo provvedimento è seguita la presa di posizione del Ministero che ha definito il sindaco un “irresponsabile” e che ha dichiarato in diverse interviste e su Facebook la necessità di “sgombero immediato”. Ad oggi, però, il Palagiustizia di via Nazariantz è aperto e i suoi dipendenti sono ancora al lavoro al suo interno.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo