Home Attualità San Paolo, i lavori del depuratore finiranno a settembre 2019: soluzione anche...

San Paolo, i lavori del depuratore finiranno a settembre 2019: soluzione anche per Pane e Pomodoro

Un intervento da 35 milioni, un impianto che dovrebbe risolvere finalmente il problema delle emissioni odorigene che affligge da anni il quartiere San Paolo. L’assessore regionale ai lavori pubblici Gianni Giannini, accompagnato dal Sindaco Decaro e dal Presidente di Aqp Di Cagno Abbrescia, ha visitato il Depuratore Bari Ovest. Un impianto realizzato dopo l’epidemia di colera degli anni ’70 e che negli anni è divenuto famoso soprattutto per i cattivi odori avvertiti al quartiere San Paolo.

 

Dallo scorso anno è in corso un importante intervento che sarà completato nel settembre 2019 per il potenziamento dell’intera struttura che se oggi ha una capacità di 242mila abitanti equivalenti passerà a 360mila. Per intenderci già oggi arrivano a quest’impianto acque reflue urbane per 60mila m3 al giorno, flussi che aumentano significativamente in caso di pioggia. Queste acque subiscono una serie di trattamenti, al termine dei quali la parte depurata viene portata a mare attraverso la condotta sottomarina di San Girolamo mentre la parte solida, i cosiddetti fanghi di depurazione, viene classificata come rifiuto.

 

Con i nuovi digestori e i forni di disseccamento si potrà raggiungere un abbattimento del 90% dei volumi di questa parte, che peraltro potrà essere riutilizzata, per esempio in agricoltura, facendo risparmiare somme importanti per lo smaltimento. L’intervento sul depuratore del San Paolo non è l’unico in programma. È infatti previsto il prolungamento della condotta sottomarina di San Girolamo collegata all’impianto, per intenderci quella segnalata da una boa gialla, che dai 900m dalla costa attuali con 15 metri di profondità sarà portata a 2,5km con profondità di 40m.

 

Inoltre entro fine anno andranno in gara i lavori anche per il depuratore di Bari Est – Japigia. Si attende invece l’autorizzazione della conferenza di servizi per l’altro importante intervento sulla condotta sotterranea di via Oberdan, che ridurrà drasticamente la commistione tra fogna nera e fogna bianca, alleggerendo finalmente la condotta Matteotti. Questo potrebbe voler dire finalmente balneazione serena anche dopo le piogge a Pane e Pomodoro.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo