Home Attualità Bari, la Fondazione Tatarella diventa Onlus: disposta l’iscrizione nell’anagrafe

Bari, la Fondazione Tatarella diventa Onlus: disposta l’iscrizione nell’anagrafe

Per la Fondazione Tatarella è stata disposta l’iscrizione nell’anagrafe delle Onlus nel settore “Tutela, promozione, valorizzazione delle cose d’interesse artistico e storico di cui alla legge 1 giugno 1939 n.1089, ivi comprese le biblioteche e i beni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 settembre 1963”. Ne dà notizia una nota che ricorda che alla Fondazione hanno già aderito il Comune di Cerignola, l’Aici (Associazione delle istituzioni di cultura italiane), e ci sono stati due recenti decreti del Ministero dei Beni e delle Attività culturali che hanno dichiarato “di eccezionale interesse culturale” la Biblioteca e di “interesse storico particolarmente importante” l’Archivio dei fratelli Tatarella.

 

La Fondazione, con sede in Bari, fu realizzata dall’onorevole Salvatore Tatarella, recentemente scomparso, in memoria di suo fratello Pinuccio, con l’intento di creare uno spazio utile per la formazione di tutti i cittadini attraverso sale lettura. La Fondazione conta oltre 20mila volumi di diverso genere, oltre a riviste e periodici della destra italiana, alcune interamente rilegate come Il Borghese, Puglia d’oggi, Candido, Repubblica Presidenziale, Centrodestra, Secolo d’Italia, Il Roma, La Destra, Liberal, Charta Minuta, Ideazione, Millennio, molte delle quali fondate e dirette da Pinuccio Tatarella.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo