Home Attualità Torna il Bike Sharing a Bari, 200 nuove bici sparse in 34...

Torna il Bike Sharing a Bari, 200 nuove bici sparse in 34 postazioni: si parte in primavera

Al via a Bari il secondo progetto esecutivo del nuovo servizio di bike sharing. Bici muscolari ed elettriche verranno collocate nei punti nevralgici della città al fine di garantire ai cittadini ed ai turisti una nuova e del tutto innovativa forma di mobilità.

Il progetto partirà con una fornitura iniziale di 200 bici, tutte di design tipicamente Made in Italy, da dislocare in 34 stazioni nell’arco dei prossimi 30 mesi. La consegna del progetto esecutivo è ora in attesa di autorizzazione da parte della soprintendenza e degli altri enti coinvolti. Una volta conseguiti i pareri favorevoli si procederà al lavoro di integrazione con il nuovo regolamento degli impianti pubblicitari con l’obiettivo di veder circolare le prime bici per la primavera del 2019.

Il sistema di Bike Sharing che si intende realizzare è un sistema di quarta generazione che si pone alcuni importanti obiettivi: migliore efficienza del servizio, sostenibilità e fruibilità.

Sulla base di questi, sono stati individuate caratteristiche e strumenti:

Integrazione con altri modi di trasporto, quali trasporti pubblici e car sharing mediante l’utilizzo di smartcard;
Utilizzo di smartphone per l’accesso al servizio;
Biciclette a pedalata assistita (elettriche) per almeno il 25% della dotazione complessiva;
Applicazioni per smartphone che permettano, in tempo reale, di valutare la disponibilità di biciclette nelle stazioni e sistemi di tracciabilità tramite tecnologia GPS.
I veicoli, dotati dell’innovativo sistema di connettività di Sitael, vedranno la presenza del MAT (Magnetic Assisted Tap), la smart docking station per e-bike che consentirà di offrire un servizio di bike-sharing con protezione antifurto e anti-vandalismo unitamente ad una facilità d’uso unica. Al fine di prelevare la propria bici, infatti, l’utente potrà registrarsi tramite app e stabilire la connessione al veicolo semplicemente appoggiando il proprio smartphone sul MAT, che ne validerà l’accesso e sbloccherà la bici, mantenendo la connessione attiva finché il veicolo non rientrerà in una delle aree di stazionamento.

Il MAT ha ricevuto nel 2018 il prestigioso premio Honoree al CES Innovation Awards di Las Vegas nella categoria Vehicle Intelligence e Self-Driving Technology. I prodotti selezionati in questa competizione internazionale vengono valutati da una giuria internazionale di altissimo livello.

Sitael ha un’esperienza unica e comprovata nell’ambito della tecnologia per la bike industry, già adottata con successo da diverse aziende leader a livello internazionale del settore e-bike. La stessa tecnologia ha recentemente consentito alla polizia austriaca l’arresto di un ladro seriale di biciclette ed il ritrovamento in meno di 24 ore di un parco di 17 e-bike rubate, oltre ad altra refurtiva.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo