Home Attualità Bullismo, nuovo progetto d’ascolto lanciato da Comune di Bari e associazione Medea

Bullismo, nuovo progetto d’ascolto lanciato da Comune di Bari e associazione Medea

bullismo

“Oggi presentiamo una nuova collaborazione tra l’amministrazione e l’associazione Medea, che persegue l’obiettivo di avviare in tutto il territorio cittadino una serie di interventi a tutela dei minori e degli adolescenti per sensibilizzare la cittadinanza sui temi del bullismo e del cyberbullismo”.

Così l’assessore al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico, ha presentato ‘Bullismo e cyberbullismo: formare per sanare. Sportello Medea-pronto intervento antibullismo e cyber bullismo’, progetto promosso dall’associazione Medea onlus. E’ intervenuta anche la responsabile del settore legale Medea per la provincia di Bari, Raffaella Longobardi.

“Il progetto – ha detto Bottalico – metterà a disposizione degli utenti, fino al prossimo mese di giugno, dieci sportelli informativi, luoghi informali di ascolto che raccolgono le segnalazioni e le situazioni di disagio determinate dal bullismo: una sorta di ‘antenne di prossimità’ – ha rilevato – con cadenza settimanale o mensile, a seconda delle esigenze dei soggetti che vorranno ospitare l’iniziativa. Su richiesta degli attori sociali coinvolti nel programma, saranno promossi inoltre eventi tematici organizzati”.

“Nei prossimi mesi, infine – ha concluso – avvieremo, per la prima volta a Bari, in collaborazione con il tribunale dei Minori, l’ufficio gestione pacifica dei conflitti, perché siamo convinti che anche il bullo sia vittima della propria violenza, e che per superarla debba imparare a riconoscerla, controllarla e a rielaborarla”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo