Home Attualità Bari, morbillo e polemiche. Associazione degli Ospedali Pediatrici Italiani: “Vaccinate i vostri...

Bari, morbillo e polemiche. Associazione degli Ospedali Pediatrici Italiani: “Vaccinate i vostri figli”

“Bisogna vaccinare i propri figli, la salute è un bene comune”. Così Paolo Petralia, presidente dell’Associazione degli Ospedali Pediatrici Italiani, in merito ai casi di morbillo diagnosticati a Bari. Quelli già accertati nell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII sarebbero otto e ad innescare la catena di contagi potrebbe essere stata una bimba di 10 anni, figlia di genitori anti-vaccinisti. Da qui l’accesa discussione sul tema.

“È sempre più indispensabile – dice Petralia – che nel nostro Paese i bambini siano vaccinati, a prescindere dai pregiudizi e dalle opinioni pressappochiste, per garantire la tutela della salute pubblica. Questa situazione fa anche capire, una volta di più, come sia necessario assicurare un luogo di cura adeguato e specifico ai bambini”.

In ogni caso, nessun allarme epidemia. “Non c’è nessun allarme epidemia di morbillo in Puglia. Basta il ricovero di un bambino, come accaduto in questo caso, per innescare una normale catena di contagio tra i non vaccinati perché il morbillo è una patologia altamente contagiosa”, spiega Cinzia Germinario, responsabile dell’Osservatorio epidemiologico della Regione Puglia. “La situazione non è preoccupante – aggiunge – ma comunque queste cose non dovrebbero accadere. I no-vax devono capire che portano malattie anche in ospedale a chi non ha coperture vaccinali e quindi non si ferma la catena di contagio”.

Le condizioni di salute delle otto persone contagiate non destano comunque preoccupazione. Lo si apprende da fonti della direzione sanitaria del Policlinico di Bari, che precisano, tra l’altro che “non tutti i casi sembrerebbero collegati tra loro”. In particolare si tratta di cinque pazienti minorenni, di cui due già dimessi, e altri tre ancora ricoverati ma in ripresa (due in età pediatrica e un 16enne). Altri tre adulti sono ricoverati presso il reparto di malattie infettive del Policlinico di Bari, per due dei quali è stata posta diagnosi accertata di morbillo, mentre per la terza persona la diagnosi è ancora sospetta.

L’ospedaletto, intanto, nei fatti, è stato commissariato. Il direttore sanitario del Policlinico di Bari, Matilde Carlucci, infatti, è al lavoro da questa mattina per ricostruire la catena dei contagi. L’indagine interna dovrà accertare non soltanto l’eventuale collegamento tra gli otto casi, ma anche che siano state rispettate le procedure di cura e di isolamento e i tempi di segnalazione al Dipartimento di prevenzione della Asl di Bari. L’esito delle verifiche potrebbe conoscersi già nelle prossime ore.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo