Home Attualità Bari, sequestro convogli Trenitalia. Protesta degli studenti: “In Puglia gli scarti delle...

Bari, sequestro convogli Trenitalia. Protesta degli studenti: “In Puglia gli scarti delle ferrovie settentrionali”

A lanciare l’accusa la “Rete della Conoscenza Puglia”: prevista manifestazione giovedì 17 novembre

{loadposition debug}

Gli otto treni sequestrati dalla Procura di Bari a Trenitalia perché ritenuti non a norma dal punto di vista igienico sono stati rimpiazzati con convogli degli anni settanta. A lanciare l’accusa è la “Rete della Conoscenza Puglia”.

Nel comunicato dell’associazione – che include l’Unione degli studenti e Link-Coordinamento Universitario, mettendo insieme studenti di varie fasce – si legge che “i pendolari da oggi viaggeranno su mezzi sostitutivi inviati dalle direzioni regionali di Ancona, Pescara e Bologna, composti da vecchie carrozze. Trenitalia, dunque, per rimpiazzare i treni sequestrati sceglie di inviare gli scarti delle ferrovie settentrionali. Chiediamo immediatamente una presa di posizione e un intervento delle Istituzioni regionali”.

Gli studenti e le studentesse hanno invaso le stazioni, le fermate e i luoghi della formazione con uno striscione nella stazione centrale, volantinaggi e diverse azioni per evidenziare i disagi e i disservizi che quotidianamente subiscono in materia di trasporti. A tal proposito, giovedì 17 novembre si terrà una manifestazione nelle piazze di tutta la regione.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo