Home Apertura Bari, bimbo iperattivo senza una classe. I genitori: “Nostro figlio accolto in...

Bari, bimbo iperattivo senza una classe. I genitori: “Nostro figlio accolto in un’altra scuola. Ora la lotta in tribunale”

La storia del bimbo barese di 7 anni affetto dalla sindrome ADHD (un disturbo da deficit di attenzione e iperattività), rimasto per questo motivo senza una classe, ha un lieto fine. Ad annunciarlo sono i suoi genitori che, tra le altre cose, comunicano anche la volontà di portare la vicenda in tribunale.

“Siamo felici di comunicarvi che nostro figlio è finalmente sereno – dicono i genitori -. È stato accolto felicemente in un’altra struttura scolastica, grazie alla sensibilità e alla buona volontà della sua dirigente ma sulla nuova scuola vorremmo che non fossero accesi i riflettori: il bambino non deve essere identificato e quindi rischiare di essere nuovamente bollato”.

“Abbiamo deciso però di non smettere di lottare, anche se ci costerà fatica e dolore, nelle sedi giudiziarie insieme al nostro avvocato – aggiungono – . Perché non accada più a nessuno. Perché di bimbi speciali come il nostro ce ne sono tanti. Perché sarebbe bello non dover usare il termine ‘speciale’ per spiegare una diversità ed utilizzarlo invece per tutti i bambini, perché possano essere speciali ognuno a suo modo”.

“Infine – concludono -, vorremo dedicare un ringraziamento speciale alla dottoressa Damaris Nobile, referente barese dell’associazione Aifa Onlus, per tutto il supporto che ci ha fornito: non solo in questa settimana ma da quando, ad agosto, ci siamo iscritti all’Associazione Italiana Famiglie ADHD”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo