Home Apertura Ex Om Carrelli, news dopo l’incontro in Prefettura: “Sì alla cassa integrazione...

Ex Om Carrelli, news dopo l’incontro in Prefettura: “Sì alla cassa integrazione e capannone al Comune di Modugno”

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Via libera alla cassa integrazione in deroga e capannone al Comune di Modugno. Novità importanti circa la vertenza ex Om Carrelli si sono registrate ieri sera, a margine del sit-in organizzato dai lavoratori nel piazzale antistante il Palazzo del Governo di Bari. Una delegazione di operai, accompagnata dai sindacati, ha incontrato in Prefettura il presidente della Task Force per l’occupazione della Regione Puglia,  Leo Caroli, il quale ha riferito che la Regione Puglia ha già disponibili le somme necessarie ad  erogare la CIG in deroga ai lavoratori in questione ed ha comunicato che, nel corso di un incontro svoltosi presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Direttore Generale degli Ammortizzatori Sociali ha condiviso l’orientamento della Regione di procedere all’erogazione delle indennità senza ulteriori formalità, sussistendo tutti i presupposti per procedere in tal senso.

Nel corso dell’incontro, inoltre, è stato riferito che il Giudice delegato al fallimento ha autorizzato la sottoscrizione del contratto di retrocessione per il trasferimento della proprietà del capannone ex OM Carrelli dalla  Curatela fallimentare al Comune di Modugno. A seguito del trasferimento della proprietà del capannone, il Comune di Modugno potrà concedere lo stesso in locazione alla società Selectika.

Al termine dell’incontro, poi, è stata segnalata la necessità di dare il massimo impulso alle attività  necessarie a completare le procedure per l’erogazione nei confronti dei lavoratori del trattamento economico previsto dalla CIG. In tal senso, la Prefettura ha subito riferito l’esito dell’incontro ai Ministeri competenti e agli attori istituzionali interessati alla problematica.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui