Home Attualità Bari, riscaldamento nelle scuole. Lacoppola: “Nessuna emergenza al Cirillo. Risolti i problemi...

Bari, riscaldamento nelle scuole. Lacoppola: “Nessuna emergenza al Cirillo. Risolti i problemi al Socrate e al Marco Polo”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Questa mattina, a seguito di alcune segnalazioni pervenute, il consigliere metropolitano delegato all’Edilizia Scolastica, Vito Lacoppola, si è recato presso l’istituto Cirillo di Bari per verificare il funzionamento dell’impianto di riscaldamento. Dopo un’attenta verifica, si legge in una nota diffusa dalla Città Metropolitana, non è stato rilevato alcun guasto agli impianti. Per fronteggiare il clima rigido ed eccezionale di questi giorni e riscaldare ulteriormente gli ambienti dell’istituto, è stato disposto comunque l’aumento della temperatura dei termosifoni e un’estensione dell’orario di accensione giornaliero degli stessi da 6 a 8 ore.

“Al Cirillo, come ho potuto personalmente verificare insieme ai tecnici dell’Ente, l’impianto termico funziona regolarmente -spiega il consigliere Lacoppola -. In queste festività natalizie i nostri tecnici e gli operai delle ditte manutentrici della Città Metropolitana hanno monitorato costantemente la situazione degli impianti termici in tutti i 160 plessi scolastici del territorio metropolitano disponendo, dove necessario, interventi immediati così come è avvenuto per il Socrate e per il Marco Polo”.

La Città Metropolitana infatti, si legge ancora nella nota, è intervenuta per risolvere il problema, improvviso e imprevedibile, verificatosi presso il liceo classico Socrate dove prima delle festività è saltato l’intero impianto termico per via della rottura delle montanti interrate attualmente già sostituite. Il problema del freddo persiste solo in quattro aule che sono state spostate in altrettanti ambienti riscaldati, d’intesa con il dirigente scolastico e tra qualche giorno il problema sarà completamente risolto.

Stesso discorso per l’istituto Marco Polo dove, questa mattina, il consigliere Lacoppola ha incontrato alcuni rappresentanti dei genitori per spiegare loro la situazione. Nella giornata odierna è stata attivata la seconda caldaia il cui funzionamento era stato compromesso a causa della manomissione del quadro elettrico conseguente ad un furto con scasso avvenuto nella scuola durante le festività. Nel contempo, sempre al Marco Polo, sono stati acquistati 36 nuovi termoconvettori che verranno istallati nei prossimi giorni in sostituzione di altrettanti mal funzionanti. Anche in questo caso, è stato stabilito l’ampliamento dell’orario di accensione per otto ore giornaliere.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui