Home Attualità Xylella: Spagnoletti Zeuli scrive al Procuratore Volpe: “Accelerare le indagini”.

Xylella: Spagnoletti Zeuli scrive al Procuratore Volpe: “Accelerare le indagini”.

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

“Non vogliamo che la xylella distrugga i nostri campi. Le chiediamo di accelerare qualsiasi indagine per procedere con le eradicazioni.” Onofrio Spagnoletti Zeuli scrive al procuratore Volpe dopo il sequestro dell’ulivo infetto nel territorio di Monopoli. Il proprietario dell’albero aveva avviato l’iter per l’eradicazione prima che venisse disposto dal Tribunale di Bari il sequestro per fini probatori bloccando qualsiasi tipo di intervento sulla pianta.

La Procura di Bari sta infatti indagando sulla diffusione del batterio e l’Ulivo malato costituisce elemento di prova. Ma la preoccupazione degli agricoltori è che se non si sarà proceduto con l’eradicazione prima della primavera, stagione in cui prolifera la sputacchina, vettore che trasporta il batterio, un altro focolaio rischierà di propagarsi dalla Provincia di Bari.

“Abbiamo fiducia nella Magistratura” ha poi concluso il Conte che è portavoce del Movimento dei Gilet Arancioni che nei giorni scorsi ha avviato una grande mobilitazione degli agricoltori arrivata anche nel capoluogo.

Intanto la Commissione europea ha scritto alle autorità italiane per avere maggiori informazioni sul sequestro dell’ulivo infetto. Il Comitato della salute si riunirà il prossimo 21 gennaio per parlare proprio di questo tema. Lo spauracchio della Xylella, col batterio che avanza inesorabilmente verso nord, incute ora timore non solo in Puglia ma anche nel resto di Europa.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui