Home Attualità Bari, congresso CGIL. Decaro: “Vertenze ex OM e Gazzetta siano nell’agenda nazionale...

Bari, congresso CGIL. Decaro: “Vertenze ex OM e Gazzetta siano nell’agenda nazionale del sindacato”

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Si è aperto a Bari, nel nuovo padiglione della Fiera del Levante, il XVIII Congresso nazionale della CGIL che quest’anno coincide con l’elezione del segretario generale, dopo gli 8 anni di mandato di Susanna Camusso. Sul palco, tra gli altri, anche il sindaco di Bari. Antonio Decaro che ha puntato i riflettori su due questioni locali: la vertenza ex OM e la delicata situazione che stanno vivendo i lavoratori de La Gazzetta del Mezzogiorno.

“La nostra è una terra dove ancora oggi è importante parlare di lavoro – ha detto Decaro nel suo intervento -, perché non c’è e perché per tanto tempo ha rappresentato una moneta di scambio per clientele o per interessi particolari. In questa terra che ha dato prova negli ultimi dieci anni di voler rappresentare un altro sud, purtroppo, ancora il tema del lavoro è uno snodo cruciale: voglio ricordare qui gli operai della OM carrelli elevatori, che proprio in queste ore tornano ad avere paura per il loro futuro lavorativo. Una vertenza che nonostante l’impegno di tutti, sindacati e istituzioni, di Susanna Camusso in prima persona che ringrazio, non vede ancora la soluzione definitiva a causa di un atteggiamento eccessivamente rigido da parte della curatela fallimentare”.

“Analogo stallo lo registriamo per uno dei simboli identitari di questa terra: La Gazzetta del Mezzogiorno – ha proseguito il sindaco di Bari -. Su quest’ultima vertenza si gioca un’importante partita per il destino di centinaia di lavoratori, ma anche sul diritto all’informazione della nostra terra. Questa è una battaglia che merita l’impegno e la determinazione di tutti. Mi permetterò di consegnare nelle mani del nuovo segretario nazionale l’auspicio di una battaglia comune e cioè quella che i procedimenti giudiziari relativi alle crisi aziendali siano aperti alle rappresentanze dei lavoratori”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui