Home Attualità Torre a Mare, il dragaggio del porto resta un sogno. Decaro: “Non...

Torre a Mare, il dragaggio del porto resta un sogno. Decaro: “Non si farà” – VIDEO

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Il dragaggio del porto di Torre a Mare “non si farà”. A sottolinearlo è il sindaco di Bari, intervenuto ieri sera durante la nostra trasmissione Chiama Decaro. Il primo cittadino, rispondendo alla domanda di un telespettatore che chiedeva aggiornamenti sulla questione, ha detto che la ditta alla quale era stato affidato il dragaggio è sparita. “Mi auguro che la domanda non arrivi da mio padre o mio fratello – ha scherzato Decaro – perché loro sono i primi ad essere arrabbiati per questa vicenda”.

Andando indietro nel tempo di quattro anni, era il 2015 quando sarebbero dovuti iniziare i lavori, dopo l’affidamento a una ditta. “Quest’ultima è però sparita dalla circolazione accampando diverse motivazioni – ha detto il Sindaco -. Oggi, c’è una doppia richiesta di rescissione del contratto. Da parte della ditta, che l’ha chiesta al Comune di Bari, e da parte del Comune, che però ha aggiunto la richiesta danni per 250mila euro. Questo perché la ditta ha fatto finta di iniziare i lavori. In realtà aveva dichiarato, durante la progettazione esecutiva, che avrebbe utilizzato una cava dove portare la sabbia, ma quella cava non è mai stata autorizzata. In sostanza non aveva il posto dove fare il conferimento. Questa storia è andata avanti per 4 anni, fino ad oggi”.

“Quei lavori non si faranno – ha concluso Decaro – perché inizia un contenzioso e finché non si risolverà non sarà fatto nulla”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui