Home Attualità Università di Bari, insediato nuovo Consiglio di Amministrazione: approvata convenzione con il...

Università di Bari, insediato nuovo Consiglio di Amministrazione: approvata convenzione con il Comune di Taranto

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

L’Università degli studi di Bari ha un nuovo Consiglio di Amministrazione.  Del nuovo CdA, che sarà operativo fino al 2021 fanno parte, oltre al Rettore, i professori Pierfrancesco Dellino, Paolo  Stefani e Acheropita Lepera, Francesco Silecchia, gli studenti Enrico Filotico e Roberto Vitacolonna e, in qualità di componenti esterni, i dottori Bruno Carapella e Francesco Rana.

Tra le misure più importanti approvate nel corso della prima seduta del nuovo CdA vi è la stipula di una convenzione con il Comune di Taranto finalizzata a rafforzare la formazione e la ricerca nel territorio Jonico. Già nei prossimi giorni Sindaco e Rettore potranno sottoscrivere l’accordo che, con una dotazione finanziaria di 1.2 milioni di euro per un triennio, consentirà di finanziare numerose e significative misure a favore degli studenti dei corsi di laurea attivi presso la città di Taranto.

In particolare: 90mila euro saranno destinati agli immatricolati, che potranno così ricevere un contributo fino a 500 euro per l’acquisto di libri; oltre 30mila euro saranno destinati al sostegno ai corsi post laurea e di formazione ai dipendenti del Comune di Taranto; 30mila saranno destinati a premi di studio e di laurea.

È previsto, inoltre, il finanziamento per l’attivazione di cinque contratti di ricercatore a tempo determinato (per 726mila euro), per la proroga di ricercatori a tempo determinato (per 300mila euro) e per l’attivazione di un assegno di ricerca (per 24mila euro). L’Università, inoltre, si impegna a programmare l’istituzione presso la sede di Taranto di un canale formativo del corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia in lingua inglese destinato in fase di avvio a 50 studenti.

Proseguendo nel percorso della internazionalizzazione dell’Ateneo, infine, il CdA ha deliberato anche l’aumento delle posizioni di Visiting professor/Visiting Researcher  per ulteriori 45  posizioni  portando così a 90 il numero complessivo di visiting che ospiterà nel prossimo anno.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui