Home Attualità ‘Un calcio alla leucemia infantile’, a Bari la 18esima edizione del memorial...

‘Un calcio alla leucemia infantile’, a Bari la 18esima edizione del memorial Vincenzo Farina: domenica 17 marzo alla Cofit

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Si terrà domenica 17 marzo nel centro sportivo Cofit Club, in via Giovanni Amendola 233, il torneo di calcio a sette ‘Memorial Vincenzo Farina – Un calcio alla leucemia infantile’. Organizzato da Agebeo, dall’associazione di genere socio educativa e culturale ‘Cucciolo’ e promosso dal Comune di Bari, l’evento mira a raccogliere fondi per la costruzione del Villaggio dell’Accoglienza che Agebeo sta realizzando a Bari, alla I° traversa di via Camillo Rosalba, per accogliere e ospitare le famiglie con bambini ammalati di leucemia.

“Da 17 anni mio figlio Vincenzo non c’è più ma in questo tempo siamo riusciti ad essere molto forti nel territorio – ha detto il presidente di Agebeo, Michele Farina, durante la presentazione del torneo -. Abbiamo aiutato fino ad oggi 500 famiglie di bambini portati felicemente a casa. Aiutare questi 500 bambini vi posso garantire che è un cuore che batte in memoria di Vincenzo. E la creazione del villaggio che sto realizzando è al giro di Boa. Servono ancora tanti soldi per completarlo ma grazie all’aiuto degli amici, insieme ai tanti eventi che realizziamo e di cui siamo partner e grazie all’associazione Trenta Ore per la Vita abbiamo finito di costruire il “rustico” del villaggio. La struttura si trova a 200 metri dall’ospedale Policlinico di Bari e si comporrà di 10 unità operative, di cui 8 adibite all’accoglienza e 2 unità aperte ad attività ludica, ricreativa e di riabilitazione”.

“Michele ha vissuto un dolore e nel dolore ha vissuto le difficoltà nell’affrontarlo. E oggi non vuole che altre famiglie abbiano gli stessi problemi e le stesse difficoltà che lui ha incontrato quando Vincenzo si è ammalato”. Così il presidente della Commissione cultura e sport del Comune di Bari, Giuseppe Cascella. “Noi dell’Amministrazione comunale abbiamo fatto centinaia di eventi di solidarietà – ha aggiunto Cascella -, ma gli eventi fatti per Agebeo hanno un significato diverso, particolarmente concreto. Noi abbiamo visto crescere la costruzione del Villaggio dell’Accoglienza e, nonostante i tanti momenti di difficoltà, abbiamo visto Michele abbassare la testa e chiedere l’aiuto di tutti. E la presenza qui oggi di tante associazioni manifesta che Bari è una città solidale. Bari è una città multietnica, è una città dell’accoglienza, è una città solidale. E lo dimostrate tutti con la vostra presenza con un obiettivo in mente: felici di far felici”.

“Questi tornei servono per raccogliere fondi ma sono belli perché creano dei momenti di socializzazione – ha concluso l’assessore allo Sport Comune di Bari, Pietro Petruzzelli -. È un’occasione per stare insieme e così facendo si contribuisce a manifestare affetto a Michele e a tutti coloro che quotidianamente sono impegnati nel portare avanti una giusta causa, un buon motivo per riempire le giornate”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui