Home Attualità Giustizia Tributaria Puglia, pochi giudici e problemi edilizia: una questione morale

Giustizia Tributaria Puglia, pochi giudici e problemi edilizia: una questione morale

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Carenze di organico, problemi di edilizia giudiziaria in alcune sedi (a Brindisi la Commissione provinciale è in un condominio) e una questione morale che ha travolto, nel 2010 e di nuovo nel 2017, la giustizia tributaria pugliese. Sono queste le criticità evidenziate nella relazione del presidente della Commissione Tributaria regionale per la Puglia, Michele Ancona, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario tributario.

Sulle indagini penali che hanno coinvolto i giudici tributari di Bari e Foggia, Ancona sottolinea che “questa presidenza sta esercitando e continuerà ad esercitare con la dovuta fermezza ogni iniziativa disciplinare, anche cautelare, su fatti specifici di cui venga a conoscenza, per comportamenti non conformi ai doveri o alla dignità che devono appartenere a ciascun giudice tributario”.

Esprimendo “massima fiducia nell’operato della magistratura”, Ancona auspica “che vengano accertate le singole responsabilità individuali di chi si è realmente macchiato di comportamenti delittuosi”, ritenendo “necessario, tuttavia, rifuggire da pericolose semplificazioni, quali il generalizzato sospetto di opacità su decisioni che non rispondono a determinati orientamenti di parte”.

 

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui