Home Attualità ‘FaVoliamo con Denny’, Monica Priore incontra i bimbi del Giovanni XXIII: “Il...

‘FaVoliamo con Denny’, Monica Priore incontra i bimbi del Giovanni XXIII: “Il delfino alato è una filosofia di vita”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

La nuotatrice pugliese Monica Priore, affetta da diabete di tipo 1 e insignita dal presidente Mattarella della onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “per la testimonianza dell’importante contributo dello sport nel superamento dei limiti derivanti dalla malattia”, questa mattina ha incontrato i piccoli pazienti ricoverati all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari per raccontare la sua storia e donare loro una copia della favola che ha scritto: ‘Il Grande Salto – Storia di un delfino che ha spiccato il volo’.

L’incontro di oggi si inserisce all’interno di un tour itinerante, partito lo scorso febbraio proprio dalla Puglia, che farà tappa in 12 pediatrie di 16 regioni italiane. Il nome dell’iniziativa, sostenuta da Fondazione Roche e dall’Associazione Delfini Messapici, è ‘FaVoliamo con Denny’: storia di un delfino alato, un incontro speciale con i bambini, un momento di gioco e racconto animato dai sogni e dalle speranze dei piccoli pazienti. Monica Priore, quindi, porterà il suo libro in dono ai bambini che incontrerà nei reparti di Pediatria di diversi ospedali in Italia, dalla Puglia al Lazio arrivando fino a Lombardia e Piemonte.

“Il delfino alato è una filosofia di vita e con la mia favola vorrei riuscire a trasmettere questa filosofia ai più piccoli, perché loro hanno la mente libera da pregiudizi, paure e sono in grado di sognare – spiega Monica Priore –. La vita è come le montagne russe, si sale e si scende e nelle discese non guarda in faccia chi sei e quanti anni hai, ma bisogna avere sempre la forza di risalire, e so che i bambini hanno una grande forza interiore. Con Denny voglio solo provare a stimolarli ad utilizzare questa forza, affinché non si arrendano d’avanti alle difficoltà ed abbiano sempre la voglia di sognare e di inseguire i propri sogni, fino ad arrivare a spiccare ‘Il Grande Salto’”.

La storia racconta le avventure del piccolo delfino Denny che, nonostante un difetto congenito alla pinna caudale, riuscirà con volontà e determinazione a fare “il grande salto” tra le onde dell’Oceano. Come ha fatto la stessa Monica Priore, che dall’età di cinque anni ha dovuto fronteggiare tutti i problemi che il diabete mellito di tipo 1 ha portato nella sua vita quotidiana. Difficoltà che, tuttavia, non le hanno impedito di praticare nuoto a livello agonistico, collezionando una medaglia dietro l’altra in campionati nazionali e non solo.

“L’iniziativa rappresenta un modo concreto per essere vicino a tutti quei bambini che si trovano a dover affrontare così giovani una diagnosi difficile e ad aiutarli, insieme ai loro genitori, a superare l’impatto devastante che questa può portare con sé – commenta Francesco Frattini, segretario generale Fondazione Roche -. Una campagna, ne siamo convinti, che li aiuterà ad accettare la malattia in modo diverso”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui