/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, concorso RAEE nelle scuole cittadine: vince la Collodi. In totale raccolti 1500 chili di materiali elettrici ed elettronici

Bari, concorso RAEE nelle scuole cittadine: vince la Collodi. In totale raccolti 1500 chili di materiali elettrici ed elettronici

La scuola primaria Carlo Collodi ha raccolto circa 180 chili di materiale. Al secondo posto la scuola elementare Perone, terzo classificato il Panetti.



È la scuola primaria Carlo Collodi di via Brigata Regina, al quartiere Libertà, ad essersi aggiudicata il concorso RAEE 2016 dedicato alle scuole di ogni ordine e grado della città, raccogliendo, nel corso dell’anno, 180 kg di rifiuti elettrici ed elettronici a fronte dei 1500 kg complessivamente raccolti nell’ambito dell’iniziativa.

Infatti tutti gli istituti scolastici cittadini erano stati dotati di un apposito cassonetto color amaranto per la raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici al fine di stimolare una sana competizione tra studenti e genitori e promuovere, in particolare fra i più piccoli, l’attitudine al recupero di una frazione molto importante, che non deve essere assolutamente dispersa nell’ambiente o conferita nell’indifferenziato in quanto è possibile riutilizzare tantissimi materiali (rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro, piombo, mercurio) grazie alle più moderne tecnologie.

“Possiamo dire con soddisfazione - dichiara l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli - che la missione è compiuta. La quasi totalità delle scuole coinvolte ha aderito con entusiasmo all’iniziativa, sensibilizzando le famiglie degli studenti e gli studenti stessi a conferire i RAEE presso le scuole. Ciò ha permesso ad Amiu Puglia di incrementare sensibilmente la raccolta dei RAEE, che nel 2016 è cresciuta di 19,7 punti percentuali rispetto al 2015, e all’amministrazione comunale di fare un altro passo in avanti nella direzione della corretta raccolta differenziata in città. Il successo dell’iniziativa ci conferma come le nuove generazioni siano i veri agenti di cambiamento, non solo perché sono gli adulti di domani ma anche perché sono in grado di correggere le cattive abitudini dei loro genitori o dei loro nonni: i più piccoli sono i nostri migliori alleati. Per questo motivo ho chiesto all’azienda di riproporre il concorso anche quest’anno e sono sicuro che riusciremo a raccogliere una quantità ancora maggiore di piccoli elettrodomestici da portare a recupero”. Seconda classificata, dietro la Collodi, la scuola elementare Perone di via Nazariantz con 163 kg raccolti. Al terzo posto l’istituto tecnico superiore Panetti, di via Re David, con 138,5 kg.

“Siamo particolarmente contenti - commenta Gianfranco Grandaliano, presidente di Amiu Puglia - della presenza, nei primi posti della classifica, di due scuole del quartiere Libertà. Nei precedenti concorsi, come quello per la raccolta della plastica, il quartiere Libertà era stato quello che aveva conseguito i risultati peggiori. I dati del concorso RAEE dimostrano che, grazie alla costanza del lavoro del Comune di Bari, in sinergia con l’azienda, anche al Libertà il vento sta cambiando e che i cittadini per bene, quelli che hanno a cuore il bene della città, si stanno imponendo. Certo, c’è ancora tanto da lavorare, ma siamo sulla buona strada, come dimostrano anche i dati generali della raccolta differenziata in continuo aumento”. Nei prossimi giorni Amiu Puglia concorderà con la scuola vincitrice la consegna del premio: un computer o un videoproiettore.

L'azienda ricorda che tutti i RAEE - apparecchiature illuminanti e altro, come ad esempio aspirapolvere, macchine per cucire, ferri da stiro, friggitrici, frullatori, computer, stampanti, fax, telefoni cellulari, videoregistratori, apparecchi radio, plafoniere - vanno conferiti nei cassonetti di color amaranto presenti in tutte le scuole cittadine oppure presso i centri comunali di raccolta dell’Amiu, di seguito elencati: via Napoli 349 con accesso da Via Maratona 5, via Oberdan 13, via Martin Luther King con angolo via De Laurentis, via Francesco Fuzio - zona industriale, strada provinciale Ceglie-Valenzano 49.

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.