Home Attualità Bari, fumi e cattivi odori a Japigia: posizionata centralina mobile per il...

Bari, fumi e cattivi odori a Japigia: posizionata centralina mobile per il monitoraggio dell’aria

L’assessore all’Ambiente. Pietro Petruzzelli: “La tutela della salute dei cittadini resta la priorità per l’amministrazione comunale”.

{loadposition debug}

L’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli rende noto che questa mattina è stata posizionata una centralina mobile di proprietà comunale all’interno dell’area recintata del Palaflorio per consentire le operazioni di campionamento degli agenti atmosferici inquinanti nella parte sud di Japigia.

Da tempo infatti, come denunciano alcuni residenti della zona, quasi quotidianamente, verso sera, si avverte nell’aria la presenza di fumi maleodoranti e cattivi odori di cui non si conoscono esattamente la causa né l’entità. Il dispositivo installato sarà operativo da mercoledì 21 dicembre e potrà fornire un report della situazione necessario a individuare eventuali elementi nocivi legati a questo fenomeno.

La centralina consentirà così all’amministrazione comunale, di concerto con Arpa Puglia, di effettuare il monitoraggio dei seguenti parametri: polveri sottili, monossido di carbonio, ossidi di azoto, ozono, carbonio organico non metanico, metano, carbonio organico totale, benzene, toluene, xilene e anidride solforosa.

“Su sollecitazione dei residenti di una parte del quartiere Japigia, che hanno anche costituito un comitato – dice Pietro Petruzzelli -, abbiamo ritenuto doveroso procedere in tale direzione per verificare la qualità degli agenti atmosferici nella zona interessata dal fenomeno dei fumi e stabilire se i cattivi odori sprigionati nell’aria da una certa ora in poi siano nocivi per la cittadinanza. Stiamo seguendo da molto vicino tutta la vicenda: domani incontrerò i tecnici dell’Arpa Puglia proprio per coinvolgere la struttura nell’individuazione esatta della zona di provenienza dei cattivi odori. Peraltro, così facendo riusciremo a dare un supporto fondamentale alla Polizia Municipale, già impegnata nel controllo del territorio e nella repressione di questi fenomeni criminosi”.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo