/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, il Questore nelle scuole: gli artificieri illustrano i danni provocati dai botti

Bari, il Questore nelle scuole: gli artificieri illustrano i danni provocati dai botti

Secondo i dati statistici la categoria più a rischio è quella degli adolescenti fra i 10 e i 14 anni

Il questore di Bari Carmine Esposito ha incontrato oggi gli studenti del 'Redentore' e anche i ragazzi della scuola 'Garibaldi', al quartiere Libertà, al termine della messa di Natale della Polizia. La cerimonia conclude numerose iniziative organizzate nelle scuole del territorio per mostrare ai ragazzi le insidie che si nascondono dietro l'uso dei botti di fine anno. 

Durante l'incontro gli artificieri della Polizia hanno parlato dei danni che possono causare le esplosioni dei diversi tipi di botti. I dati statistici indicano che la categoria più a rischio è proprio quella degli adolescenti fra i 10 e i 14 anni. 

I botti illegali, di solito realizzati con clorato o perclorato di potassio con l'aggiunta di alluminio, con la loro elevata potenza possono generare danni irreparabili quali la perdita totale di arti, dell'udito e della vista. Tra gli altri pericoli, ai ragazzi si è parlato dell'esplosione anticipata e dell'eventualità di diffusione di schegge pericolose, particolarmente frequente negli artifici prodotti in Oriente e privi di etichette. L'invito è dunque quello di acquistare botti da commercianti autorizzati, con etichetta di vendita autorizzata dal Ministero dell'Interno e marchio CE. 

Ai ragazzi è stato raccomandato di non riutilizzare i botti inesplosi, di usare i fuochi pirotecnici all'aperto maneggiandoli distanti da materiali facilmente infiammabili come tende o vestiti. 

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.