Home Attualità Bari, a Ceglie del Campo arriva l’orto della salute: giardino a uso...

Bari, a Ceglie del Campo arriva l’orto della salute: giardino a uso comune coltivato e curato da persone diversamente abili

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

È solo un piacere personale? No, la cura dell’orto, o del giardino, è anche un fondamentale fattore di salute. Con questo presupposto il prossimo 22 giugno alle 10, in strada la Lamia 3 a Ceglie Del Campo si inaugurerà l’Orto della Salute, studiato e promosso dall’omonima Associazione, in collaborazione con la Fondazione Nikolaos.

“Attraverso questo progetto è possibile migliorare le condizioni di vita dei diversamente abili residenti nell’area metropolitana di Bari con l’apprendimento di nuove abilità e competenze pratiche e teoriche costituisce un supporto per l’autonomia e l’autostima dei soggetti con obiettivo l’ortoterapia – ha commentato Roberto Berardi, responsabile dell’Orto della Salute – Far crescere una coltura, innesca nel partecipante senso di orgoglio e soddisfazione e contribuisce a sviluppare senso di responsabilità, stimola capacità cognitive e muscolari”.

Nello specifico si tratta di un vero e proprio ‘orto comune’, che sarà curato dai disabili con il supporto di uno staff di volontari e di un operatore specializzato del settore agricolo e in orti sociali, nonché da tutte le associazioni a diverso titolo coinvolte nel progetto. L’orto sorge in una piccola area coltivabile messa a disposizione dalla ‘Onlus Nikolaos prof. Nicola Damiani’ e la sua manutenzione è affidata ai soci dell’Associazione Orto della Salute.

Il progetto si propone di intervenire a favore di coloro che, affetti da disabilità fisica o mentale, versano in situazioni di esclusione o emarginazione sociale: a loro sono dedicati percorsi di accompagnamento ad attività che agevolino l’inserimento sociale contribuendo al miglioramento e mantenimento delle autonomie personali. Alla presentazione interverranno il Sindaco di Bari, Antonio Decaro, l’Assessore comunale al Welfare, Francesca Bottalico, il Presidente della Fondazione Nikolaos, Vito Giordano Cardone e i responsabili del progetto, Vincenzo Limosano e Roberto Berardi.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui