Home Attualità Bari, 39 anni dalla strage di Bologna: minuto di silenzio a Palazzo...

Bari, 39 anni dalla strage di Bologna: minuto di silenzio a Palazzo di Città in ricordo delle sette vittime baresi

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

In occasione del 39° anniversario della strage di Bologna, questa mattina, presso la lapide esposta sulla facciata di Palazzo di Città in corso Vittorio Emanuele, l’amministrazione comunale di Bari ha ricordato le sette vittime baresi della tragedia: Sonia Burri, Francesco Cesare Diomede Fresa, Vito Diomede Fresa, Errica Frigerio, Patrizia Messineo, Giuseppe Patruno e Silvana Serravalli.

Alla presenza dei familiari e delle autorità cittadine e militari, l’assessore Vito Lacoppola ha deposto una corona d’alloro presso la lapide. “Ancora una volta, dopo 39 anni, siamo qui a ricordare un evento estremamente doloroso che ci restituisce la forza e la fragilità della nostra democrazia – ha detto Lacoppola -. La forza che deriva dalla nostra vicinanza come istituzione ai familiari delle vittime e dal bisogno di verità e giustizia di un Paese intero. La fragilità che inevitabilmente ci assale ricordando un periodo storico in cui l’Italia intera è stata vittima di un attacco sistematico alle libertà. La strage di Bologna è stato sicuramente il più grave atto terroristico avvenuto nel Paese nel secondo dopoguerra”.

Alle ore 10.25, stesso orario in cui il 2 agosto del 1980 nella sala d’aspetto della stazione di Bologna esplose l’ordigno che uccise 85 persone e ne ferì oltre 200, è stato osservato un minuto di silenzio.

“Da quel 2 agosto del 1980 – ha aggiunto il presidente della Regione, Michele Emiliano – , ogni volta che parto in viaggio, ripenso a quel giorno. Potete mettere tutte le bombe che volete ma noi, eredi della resistenza, antifascisti e contro la violenza, restiamo pieni di speranza”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui