Home Attualità “Otto pesci su dieci dall’estero”, allarme di Coldiretti Puglia: rischio frode nella...

“Otto pesci su dieci dall’estero”, allarme di Coldiretti Puglia: rischio frode nella ristorazione

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Con il fermo pesca lungo l’Adriatico fino al 27 agosto prossimo, aumenta il rischio di ritrovarsi nei piatti prodotto straniero o congelato. È l’allarme lanciato da Coldiretti Puglia, in occasione dell’arrivo al porto di Bari di una nave carica di 358 tonnellate di pesce proveniente dall’Algeria.

“Il settore soffre la concorrenza sleale del prodotto importato dall’estero e spacciato come italiano – denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia -, grazie all’assenza dell’obbligo di etichettatura dell’origine. Ciò ha determinato negli anni in Puglia un crollo della produzione, la perdita di oltre un terzo delle imprese e di 18.000 posti di lavoro”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui