Home Attualità Noicattaro, pazienti psichiatrici trasferiti dalla Asl. Sanguedolce: “Si tratta solo di valutazioni...

Noicattaro, pazienti psichiatrici trasferiti dalla Asl. Sanguedolce: “Si tratta solo di valutazioni cliniche” – VIDEO

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Una lettera che arriva dalla Asl, la comunicazione della necessità di dover ricollocare l’assistito un diverso tipo di struttura, la presa di posizione di alcune famiglie che temono per il futuro dei propri figli. A lanciare l’allarme è l’associazione “Insieme per un traguardo”, che raccoglie alcuni genitori con figli affetti da patologie psichiatriche e neurologiche.

Per alcuni di loro, fino ad ora assegnati alle cure del centro Sant’Agostino di Noicattaro, a seguito di una ricognizione dell’Unità di Valutazione Multidisciplinare della Asl di Bari sarebbe emersa la necessità del trasferimento presso un altro centro, ritenuto più appropriato come setting assistenziale. Il passaggio sarebbe da un Presidio di riabilitazione a un Centro Diurno, senza ulteriori aggravi economici ma, secondo le famiglie, con la grave problematica di non ricevere un’assistenza medica ed infermieristica costante perché non presente in questo tipo di strutture. Una possibilità “pericolosa e dannosa per la salute dei ragazzi”, dichiara Cosimo Marino, presidente dell’associazione. Del resto la Asl è stata perentoria, e nelle ultime lettere ha comunicato che in caso di mancato passaggio al nuovo percorso assistenziale potrebbe non essere riconosciuto il corrispettivo previsto per in appropriatezza della prestazione.

“Si tratta di valutazioni cliniche – chiarisce il Direttore Generale della Asl Antonio Sanguedolce, che però aggiunge – comprendiamo le preoccupazioni delle famiglie. Le riceverò nei prossimi giorni per  poter chiarire le rispettive ragioni intorno ad un tavolo”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui