Home Attualità ‘Dagli anziani un albero per il futuro’, campagna ambientale del sindacato pensionati:...

‘Dagli anziani un albero per il futuro’, campagna ambientale del sindacato pensionati: 1.000 piantumazioni in Puglia

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Il 27 settembre i pensionati dello Spi Cgil saranno in piazza coi i giovani che lottano per il miglioramento ambientale e la sezione pugliese del sindacato pensionati ha deciso di dare un contributo concreto alla causa assumendo l’impegno di piantare 1.000 alberi, distribuiti sul territorio, nei prossimi sei mesi.

Il titolo scelto per la campagna è ‘Dagli anziani un albero per il futuro’, punterà su spazi pubblici e in particolare sui cortili delle scuole, coinvolgendo studenti che, insieme agli anziani, diventeranno custodi e tutori delle piante messe a dimora. In totale, dicono dal sindacato, è come se si coprissero 4 ettari di superficie.

“Oltre alle scuole – spiega il segretario regionale dello Spi Puglia, Gianni Forte -, lo faremo coinvolgendo le amministrazioni locali, le associazioni, i Gal ma anche le residenze per anziani, dove dal gelo della solitudine degli ospiti si potrà levare uno straordinario messaggio di unità fra generazioni. Nella scelta delle varietà privilegeremo l’ulivo: presidio identitario dei pugliesi, di integrazione fra le comunità del Mediterraneo e simbolo di pace”.

I costi della campagna saranno sostenuti, attraverso una sottoscrizione, dagli oltre centomila iscritti allo Spi in Puglia. “Ai sostenitori – concludono dal sindacato -, sarà distribuita una borraccia metallica che aiuti a liberarsi, anche in questo modo, dall’uso scriteriato della plastica: vero flagello dell’umanità”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

1 commento

  1. Sto subendo da anni dei processi falsi con depistaggio perché un avvocato difendendo un pregiudicato ha alterato i luoghi:per cui il mio piccolo atrio intercluso che contiene piante già messe e collocate da mia nonna, è diventato condominiale non esclusivo e avendo già occupato abusivamente altro locale sostiene che la legnera sul muro è la stessa cosa. Vuole costringermi a togliere le piante nella mia proprietà esclusiva. Fa l’avvocato nello stesso luogo dove la moglie fa il giudice onorario e vivono a bari… Ovviamente fa capo al Sistema TRANI. Il sistema Trani lo consente…. Da anni fanno finta di non sentire, capire… Grazie ma non sono ancora morta come Annamaria

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui