Home Attualità Aree di cantiere, innesti pericolosi e toppe sull’asfalto: tutte le criticità della...

Aree di cantiere, innesti pericolosi e toppe sull’asfalto: tutte le criticità della strada statale 16 – VIDEO

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Aree di cantiere, innesti pericolosi e toppe sull’asfalto. La tragica giornata di giovedì, con la tragica morte di un uomo, per quanto in circostanze singolari, e le lunghe code che hanno paralizzato mezza città hanno riportato l’attenzione sulla strada statale 16: principale arteria di scorrimento veicolare della città di Bari. Percorrendola prima da Sud verso Nord e poi in direzione opposta le potenziali situazioni di pericolo sono innumerevoli. A volte per il mancato rispetto delle norme del codice della strada da parte degli automobilisti ma spesso anche per delle oggettive criticità della statale.

Per chi comincia il percorso da Torre a Mare, immediatamente si presenta una delle zone più pericolose. Villette e strade private che si affacciano direttamente sulla statale. Il limite di velocità c’è ma puntualmente l’indicazione viene disattesa senza che vi siano controlli. È attualmente allo studio la realizzazione di una bretella su un tracciato alternativo che bypassi quel tratto ricongiungendosi poi all’altezza di Mola di Bari, ma per ora manca l’accordo con i comuni interessati dall’intervento.

Proseguendo in direzione Nord, all’altezza di Japigia ci si ritrova con la ben nota deviazione per il cantiere delle ferrovie. Il limite di 50 km/h vale solo sulla carta e qualcuno, in curva, ha già perso il controllo. La chiusura del cantiere e il ritorno sul vecchio tracciato sono comunque previste per giugno 2020.

Proseguendo ancora, un altro problema riguarda l’uscita San Pasquale. Soprattutto in direzione Sud capita sovente di imbattersi in lunghe code all’uscita in direzione Taranto. E il motivo è presto detto: le corsie di accelerazione dei collegamenti che congiungono la statale 16 con la 100 sono strette e pericolose. Per le auto che vogliono proseguire in direzione Taranto la scelta è tra azzardare l’uscita o attendere, a volte a lungo, di avere la via libera. Il problema delle corsie di accelerazione si ripete sulla stessa statale 16, seppur con minore pericolosità, all’altezza di Poggiofranco e via Napoli.

Arrivando a Palese i famosi curvoni sono poi tristemente noti alle cronache. Per fortuna il tratto è costantemente presidiato dagli agenti della Polizia Locale, ma i pericoli possono arrivare anche dall’asfalto sconnesso, dai New Jersey fuori posto ma soprattutto dalle infrazioni alla guida. Ed è soprattutto questo che bisogna rammentare quando ci si distrae al telefono o quando si sorpassa un’auto da destra.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui