Home Attualità Puglia, Borraccino: “Completato iter burocratico ZES. Ora contributo di tutti per renderle...

Puglia, Borraccino: “Completato iter burocratico ZES. Ora contributo di tutti per renderle attrattive anche all’estero”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Superata la fase burocratica delle istituzioni delle due Zone Economiche Speciali interregionali, jonica e adriatica, parte la vera sfida sulla quale puntiamo per lo sviluppo socio-economico dei nostri territori”. Lo afferma, in una nota, l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Mino Borraccino.

“Il nostro impegno – aggiunge – ci ha visti occupati su vari fronti. Ora è il momento di intensificare il confronto anche con le associazioni di volontariato e le associazioni no profit, presenti in tutte le province pugliesi, per raccogliere ulteriori contributi di idee propedeutiche all’avvio del Piano di marketing delle due Zone Economiche Speciali pugliesi e lo faremo incontrando i rappresentanti delle associazioni”. Giovedì 14 novembre, quindi, presso la Fiera del Levante è in programma un incontro per quanto riguarda la Zes Adriatica. Venerdì 15 novembre, invece, presso la Camera di Commercio di Taranto, per la ZES jonica.

“Si tratta – rileva l’assessore – di due incontri importanti in cui come Regione, assieme alle due Autorità Portuali pugliesi, ascolteremo i contributi delle associazioni presenti sul territorio, aprendo quindi all’utile confronto sulle opportunità offerte da questo straordinario strumento di sviluppo. Sinora si è parlato tanto di ZES, del grande lavoro portato avanti dalla Regione Puglia e dalle Autorità Portuali per la redazione del Piano Strategico. Adesso che il percorso burocratico-amministrativo è finalmente completato – conclude – serve dotare le ZES di un’altra forza propulsiva da mettere in campo, con tutte le sue dinamiche, per un’applicazione organica dello strumento stesso che mira innanzitutto a creare sviluppo ed attrarre nuovi investitori nella nostra regione: serve il contributo di tutti per costruire insieme, nei prossimi mesi, dei Piani di marketing che possano rendere attrattive le ZES anche da parte degli investitori esteri”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui