Home Attualità Bari, degrado zona umbertina: al Comune le proposte per la salvaguardia del...

Bari, degrado zona umbertina: al Comune le proposte per la salvaguardia del quartiere

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Rifiuti, movida e occupazione di suolo pubblico. Sono alcuni dei temi al centro delle proposte presentate dal comitato di salvaguardia della zona Umbertina, a Bari, che ha partecipato a un tavolo di confronto con l’amministrazione comunale per trovare soluzioni che possano migliorare la qualità della vita dei residenti e dei ristoratori della zona.
Mancanza di sicurezza in largo Adua, uno dei problemi principali secondo la denuncia dell’avvocato Mauro Gargano e Onofrio Moscelli, i due portavoce del comitato. La piazza è stata spesso teatro di vandalismo, violenza, abusi e illegalità, come il dilagante spaccio di droga.

“È inconcepibile – dicono i due portavoce – creare le condizioni per far convergere migliaia di giovani in un determinato ambito territoriale, peraltro ristretto, e non predisporre un adeguato servizio di controllo del territorio”.
Il comitato ha proposto la presenza di una postazione fissa o mobile della Polizia Locale, in particolare nelle ore notturne. A questo si aggiunge la necessità di installare videocamere per il controllo delle aree a maggior affluenza, come via Abbrescia, Largo Giordano Bruno, via Bozzi e piazza Eroi del Mare.

Altro problema è quello dei rifiuti, secondo il comitato collegato anche alla massiccia presenza di attività commerciali di somministrazione alimenti e bevande, 48 per l’esattezza, la maggior parte delle quali concentrate in 3/4 isolati. Su questo avrebbe proposto la differenziazione del servizio di raccolta per gli esercizi di ristorazione, e ancora il lavaggio e la disinfezione periodica di cassonetti e bidoni. E in merito alle attività di ristorazione, il comitato si è detto favorevole all’occupazione di suolo pubblico da parte degli stessi, a patto che vi sia una regolare concessione degli spazi attualmente presidiati da alcuni ristoratori, come il marciapiede del Giardino Colonna.

Ultimo, il tema della viabilità. Per consentire ai residenti di parcheggiare facilmente o di accedere alle strade trafficate di quartiere, soprattutto di sera, tra le proposte c’è quella di limitare gli orari di apertura degli esercizi commerciali, a cui si aggiunge il controllo delle emissioni sonore, musica proveniente dai locali e schiamazzi che disturbano il sonno dei cittadini.

Queste alcune delle idee, in attesa del prossimo incontro con il Comune. Il quartiere Umbertino, secondo i portavoce del comitato, per il suo pregio architettonico e ambientale meriterebbe di essere tutelato.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui