Home Attualità Noicattaro, Emiliano inaugura centro coordinamento 118. Nuove automediche a Giovinazzo, Acquaviva e...

Noicattaro, Emiliano inaugura centro coordinamento 118. Nuove automediche a Giovinazzo, Acquaviva e Ruvo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inaugurato questa mattina a Noicattaro la nuova sede del centro di coordinamento e formazione avanzata ASL Bari del 118. Contemporaneamente c’è stata anche l’attivazione delle nuove auto mediche per i comuni di Acquaviva, Giovinazzo e Ruvo.

“A Noicattaro da oggi hanno sede la Centrale di coordinamento del 118 della Asl Bari e la scuola di alta formazione e addestramento per tutti i medici ed i sanitari del 118, con la possibilità di corsi di formazione anche per cittadini e aziende – ha detto Emiliano -. Stiamo completando così la rete dell’emergenza urgenza di tutta la provincia di Bari che consentirà, insieme a quella delle altre province pugliesi, di continuare a mantenere la sua eccellenza e il suo elevato standard di efficienza. Non dimentichiamoci infatti che il sistema 118 più veloce d’Italia è proprio quello pugliese”.

Emiliano ha poi ribadito che il Piano di riordino “non ha chiuso nessun ospedale, bensì  li ha solo riclassificati, tra ospedali per acuti e ospedali di lungodegenza o per cronici. Del piano di riordino – ha concluso –  fa parte il piano dell’emergenza urgenza perché quando ottimizzi le risorse umane e i luoghi dove organizzi un ospedale, hai anche bisogno di avere la certezza che i tempi di trasporto, nei casi di emergenza, siano coerenti con i luoghi che hai scelto per metterci gli ospedali”.

“Oggi – ha aggiunto il direttore generale dell’Asl, Antonio Sanguedolce – abbiamo anche presentato le tre nuove postazioni di automediche che saranno posizionate a Ruvo, Acquaviva e Giovinazzo, in aggiunta ovviamente alle altre postazioni di ambulanza già presenti. Abbiamo cioè una postazione di automedica aggiuntiva in ciascuno di questi tre comuni, così come disegnato dalla rete regionale dell’emergenza urgenza. L’automedica infatti – ha spiegato i direttore generale Asl Bari – è un autovettura, non è un’ambulanza. Non è attrezzata per il trasporto del paziente ma va a supporto dell’ambulanza con a bordo il medico, l’infermiere e l’autista. È un mezzo di raccordo che si sposta laddove la centrale chiama. Di fatto si sta completando l’intera rete del 118 nella provincia di Bari che sarà definitivamente completata a inizio dell’anno prossimo con l’attivazione delle ultime due postazioni, quella del Tribunale di Bari e della stessa Noicattaro”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui