Home Apertura Bari, dalla prima messa in Basilica alla cioccolata calda tra i vicoli...

Bari, dalla prima messa in Basilica alla cioccolata calda tra i vicoli del borgo antico: ecco la magia di San Nicola – VIDEO

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un fiume di gente già prima dell’alba. La cioccolata calda fumante per scaldare le mani. È 6 dicembre, la festa di San Nicola, celebrata nella ricorrenza della morte del vescovo di Myra. Un misto di spiritualità e tradizione che invade le strade del centro storico di Bari per rivolgere le proprie preghiere al Santo taumaturgo. Sin dalle 4 del mattino la Basilica, come di consueto, ha aperto le porte prima di partire con le messe, ripetute ogni ora per consentire a tutti i fedeli di partecipare alla celebrazione. Un appuntamento che così, attraverso la figura di San Nicola, ha il merito soprattutto di raggiungere le nuove generazioni in una magica commistione tra storia e quotidianità.

Un momento di preghiera cui segue quello simbolico del ricongiungimento con i parenti e con la famiglia, celebrato invece nelle case. E da qui che nasce la tradizione della cioccolata calda, offerta a parenti e amici che raggiungono Barivecchia dagli altri quartieri della città e che, dopo la visita in chiesa, hanno la possibilità di ritrovarsi con i propri cari. È così che, attraverso la figura di San Nicola, una città intera si incontra nella genuinità della sua tradizione, aprendo le porte al sole che sorge e che dà il benvenuto alla festa del Santo.