Home Attualità Da Bari a Verona ogni giorno fino all’8 gennaio: Volotea lancia i...

Da Bari a Verona ogni giorno fino all’8 gennaio: Volotea lancia i nuovi collegamenti per il periodo natalizio

L’iniziativa delle Camere di Commercio di Bari, Verona e di Trentino Marketing con l’obiettivo di intensificare le relazioni d’affari fra i territori coinvolti

{loadposition debug}
Nel periodo natalizio e fino all’8 gennaio 2017 il collegamento Bari/Verona di Volotea, che attualmente prevede 4 voli alla settimana, avrà cadenza giornaliera. E, a partire da maggio, e per tutto il periodo estivo, Brindisi verrà collegata alla città scaligera, sempre con Volotea, due volte alla settimana. E’ il primo risultato che incassa l’iniziativa “Verona e Trentino @ Bari”, ospitata ieri dalla Camera di Commercio del capoluogo pugliese, che l’ha promossa in collaborazione con la Camera di Commercio di Verona, Aeroporto di Verona, Fondazione Arena di Verona e Trentino Marketing, con l’obiettivo di intensificare le relazioni d’affari fra i territori coinvolti. Lo ha annunciato Valeria Rebasti, Commercial country manager Italia di Volotea. “La presenza di un collegamento diretto fra Bari e Verona, che a breve verrà intensificato, – ha dichiarato il presidente della Camera di commercio di Bari, Alessandro Ambrosi – ci ha consentito di far decollare un progetto che, in una economia sempre più globalizzata, intende ridare protagonismo e soggettività operativa ai nostri territori, alle loro istituzioni e imprese, risorse strategiche per lo sviluppo. Quello sviluppo che crea posti di lavoro e quindi maggiore economia e benessere”. Stessa strategia che anima l’azione di Aeroporti di Puglia, come ha evidenziato il direttore generale Marco Franchini: “la nostra mission è anche nello sviluppo delle relazioni d’affari tra territori. Che vengono assicurate da maggiori collegamenti ma anche da maggiori dotazioni infrastrutturali, nel rispetto dell’ambiente”. “Un aeroporto che funziona – ha spiegato Paolo Arena, presidente aeroporto “Valerio Catullo” di Verona – è il primo ingrediente dell’offerta turistica e d’affari di un territorio. Il collegamento Bari Verona da gennaio a ottobre 2016 ha trasportato più di 40mila passeggeri. Diventando giornaliero offrirà tante occasioni in più per fare sviluppo fra i nostri territori in senso più ampio”. Trentatré operatori pugliesi del turismo (agenzie e tour operator) e 18 veronesi e trentini (parchi divertimento, consorzi di albergatori, aziende di promozione turistica, consorzi di servizi nel turismo, fondazioni), durante gli incontri business to business ospitati nel pomeriggio di ieri alla Camera di Commercio, si sono scambiati informazioni e pacchetti di offerte. Determinante è stato l’apporto delle Camere di Commercio di Bari e Verona: “In un’economia sempre più smaterializzata – ha concluso il presidente Ambrosi – e con il concetto di prossimità spaziale sempre più indebolito il territorio-area cede infatti il passo a nuove forme di territori-rete, che si attivano in varie forme di collaborazione. Questa nostra iniziativa ne è testimonianza concreta. Ci siamo posti un obiettivo di creare occasioni di sviluppo reciproche, dal turismo alla manifattura, dalla cultura all’artigianato. E credo che i risultati stanno già arrivando”. Durante il seminario pomeridiano in cui è stata presentata l’offerta del Trentino e di Verona, oltre ad Ambrosi, Arena, Franchini e Rebasti, sono intervenuti Silvia Nicolis, componente giunta Cdc Verona, Corrado Ferraro, direttore commerciale e marketing Fondazione Arena di Verona e Riccardo Borghero, vice segretario generale Camera di Commercio di Verona. A seguire il recital della Fondazione Arena di Verona, A taste of Opera. Sono stati eseguiti brani di Verdi, Leoncavallo, Bizet, De Curtis, de Falla e Massenet. In conclusione una degustazione di prodotti tipi e vini veronesi e trentini a cura dello chef Leo Ramponi.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo