Home Attualità Bari, dalle Fal wi-fi e Oscar in arrivo sui binari. Colamussi: “Un...

Bari, dalle Fal wi-fi e Oscar in arrivo sui binari. Colamussi: “Un servizio gratuito dedicato soprattutto ai giovani”

 Il Presidente delle Ferrovie Appulo Lucane ha presentato questa mattina i nuovi servizi tecnologici: in 12 stazioni tra Bari, Gravina e Matera possibilità di ricaricare smartphone tablet e navigare in Internet

{loadposition debug}
Wi – Fal (free wi-fi zone) e Oscar (alberelli per la ricarica veloce e gratuita di smartphone tablet) in arrivo in 12 stazioni delle Ferrovie Appulo Lucane tra Bari, Gravina, Matera e presto anche in tutte le linee potentine. Questa mattina nella stazione Fal di Bari centrale, il Magnifico Rettore dell’Università di Bari, Antonio Felice Uricchio, l’assessore regionale alla Mobilità, Giovanni Giannini e il Presidente delle Fal, Matteo Colamussi, hanno presentato i nuovi servizi tecnologici che saranno attivi per gli utenti non solo a Bari centrale, ma anche nelle stazioni di Bari scalo, Bari Politecnico, Modugno, Grumo, Palo del Colle, Toritto, Gravina, Altamura, matera Villalongo, Matera centrale e Matera. O.S.C.A.R. (collaudato lunedì dal ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio) è un alberello interattivo per la sanificazione, la custodia e la ricarica veloce e gratuita di smartphone e tablet, ideato da una start-up di giovani pugliesi nata all’Università di Bari e vincitrice del bando Smart & Start di Mise e Invitalia. “Con questi nuovi servizi  – spiega il Presidente delle Ferrovie Appulo Lucane, Matteo Colamussi – vogliamo testimoniare la nostra grande attenzione per i giovani. In primo luogo per i giovani nostri utenti, ma anche per i giovani laureati pugliesi fondatori della start up che ha ideato Oscar, un’idea vincente nata nell’Università di Bari. E questo ci consente anche di aprire  un dialogo con L’Università che, per quanto ci riguarda, intendiamo coltivare e rendere sempre più costruttivo”.  

 

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo