/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, ecco Quentin il giocoliere: applausi dagli automobilisti e minacce dagli abusivi. "Ma non faccio nulla di male"

Bari, ecco Quentin il giocoliere: applausi dagli automobilisti e minacce dagli abusivi. "Ma non faccio nulla di male"

Il ragazzo è francese e con i birilli ci sa davvero fare. In Italia è arrivato un anno fa ma è a Bari solo da due mesi.

Si chiama Quentin, è francese e con i birilli ci sa davvero fare. Volteggiano per aria, tre alla volta, al semaforo che congiunge viale Unità d'Italia con via Capruzzi. Appena scatta il rosso Quentin entra in scena, intrattenendo gli automobilisti che attendono. "Lui è un grande, è un grande", urla un uomo in una delle auto in sosta.

Quentin si guadagna da vivere così, con la sua arte. Dopo l'esibizione, toglie il cappello e cammina tra le macchine, sperando in qualche spicciolo. Elemosina 2.0. Ma Quentin, in Italia da un anno e a Bari da due mesi, qualche problema lo ha già avuto: la sua presenza infastidisce i parcheggiatori abusivi della zona.

"È zona nostra questa", gli dicono, minacciosi. Anche la Polizia Municipale ieri gli ha intimato di non tornare. "So che non si può - dice Quentin - ma non faccio nulla di male".

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.