/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, genitori a 14 e 12 anni. Il Garante dei Minori: "Urge un cambiamento nell'educazione"

Bari, genitori a 14 e 12 anni. Il Garante dei Minori: "Urge un cambiamento nell'educazione"

"Il rapporto tra i preadolescenti e la sessualità è sempre più precoce. Assenza colpevole degli adulti"

"C'è un rapporto tra i preadolescenti e la sessualità drammaticamente sempre più precoce, orientato dall'assenza totale degli adulti nell'educazione alla sessualità, a partire dal mondo della scuola ma anche delle famiglie". Il Garante per i Minori della Regione Puglia, Rosi Paparella, interviene nel dibattito legato alla storia dei due giovanissimi neo genitori baresi di 14 e 12 anni. "Una genitorialità così precoce è sconvolgente nella vita di un minorenne, senza contare gli esiti sui figli. Anche l'accesso libero a materiale pornografico modella i comportamenti schiacciando l'infanzia, spingendo a comportamenti del tutto inadeguati". 

"In un recente rapporto, - ricorda Paparella - degli oltre seimila studenti intervistati in forma anonima, il 20% ha dichiarato di aver avuto la prima esperienza sessuale senza preparazione e protezione, riferendo spesso di averla vissuta con disagio e di essersene poi pentiti. Credo che sia urgente stabilire, a livello nazionale, nuovi percorsi di accompagnamento in ambito educativo". 

Per quanto riguarda i due baby genitori, "il Tribunale per i Minori - dice il Garante - dovrà provvedere a definire dispositivi di tutela sia nei confronti del neonato sia dei due minori, con percorsi di sostegno anche alle famiglie, disponendo l'affido ai nonni e con il coinvolgimento dei servizi sociale chiamati a monitorare nel tempo tutto il sistema di tutela". 

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.