Home Attualità Monopoli, niente candidatura alla Bandiera Blu 2017. Romani: “Verremmo esclusi per via...

Monopoli, niente candidatura alla Bandiera Blu 2017. Romani: “Verremmo esclusi per via della differenziata”

Pur rispettando gli altri parametri, il comune verrebbe escluso a causa del mancato raggiungimento della percentuale minima richiesta di raccolta differenziata.

{loadposition debug}

Nel 2017 sulla città di Monopoli non sventolerà alcuna bandiera blu. Il riconoscimento conferito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee che soddisfano determinati criteri di qualità ha alzato l’asticella sulla raccolta differenziata, il comune a sud di Bari è indietro di diversi punti percentuale e dunque ha deciso di non presentare la candidatura.

«Il Comune di Monopoli non presenterà la domanda per richiedere la Bandiera Blu 2017. I parametri ulteriormente restringenti sulla percentuale minima di raccolta differenziata definiti dalla Fee per ottenere il riconoscimento non sono stati raggiunti e renderebbero di fatto inutile la partecipazione del nostro Comune. Per questo dobbiamo lavorare tutti assieme affinché il vessillo possa sventolare di nuovo a partire dal 2018». Ad affermarlo è il sindaco Emilio Romani dopo che una delegazione di tecnici comunali ha partecipato nei giorni scorsi a Roma presso la sala conferenze del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti all’incontro annuale organizzato dalla FEE per presentare il Questionario 2017 e per comunicare gli aggiornamenti della procedura operativa per l’assegnazione o la conferma della Bandiera Blu.

«Monopoli pur rispettando tutti gli altri parametri richiesti che hanno determinato quest’anno la conquista delle quattro vele di Legambiente, verrebbe esclusa a causa del mancato raggiungimento della percentuale minima richiesta di raccolta differenziata entro il 31 ottobre 2016, che quest’anno è salita dal 20% al 30%. Pertanto, tale circostanza rende assolutamente inutile la presentazione della candidatura – afferma il sindaco -. La Fee ha anche previsto una deroga di un anno per i comuni già Bandiera Blu che non raggiungono la percentuale minima ma nel nostro caso l’ultima Bandiera Blu è del 2015 e di quella deroga abbiamo già beneficiato proprio in quell’anno».

«Così come ho fatto nella primavera scorsa quando ho annunciato alla città la mancata conferma del vessillo dopo quattro anni consecutivi – continua Romani -, anche in questo caso penso sia giusto che i cittadini sappiano che sarebbe inutile la presentazione della candidatura. Occorre lavorare tutti assieme per poter candidarci alla Bandiera Blu già dal prossimo anno. E un aiuto in tal senso potrà darlo anche il centro comunale di raccolta di viale Aldo Moro, spronando tutti a evitare gli abbandoni indiscriminati nelle zone di campagna e periferiche e per il quale nei prossimi mesi saranno estesi anche gli orari di servizio».

 

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo