/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, studenti del Flacco in protesta: "Attiviamoci. Prima che ci scappi il morto" - IL VIDEO

Bari, studenti del Flacco in protesta: "Attiviamoci. Prima che ci scappi il morto" - IL VIDEO

Corteo degli studenti che  hanno scritto anche una lettera alla città: "Il Flacco non deve morire". Nel mirino dei ragazzi la sicurezza della struttura.



"Cittadini di Bari, chi vi scrive è il Liceo Classico Quinto Orazio Flacco". Inizia così la lettera che gli studenti del liceo hanno scritto di proprio pugno come se a parlare fosse lo storico istituto della città. Poche ma significative righe che portano sotto i riflettori una situazione divenuta ormai insostenibile. E soprattutto pericolosa.

"Le mie mura, le mie ossa - scrivono i ragazzi nel messaggio urlato ai megafoni alla fine della marcia, sotto la sede del Provveditorato agli Studi -, che un tempo erano forti e solide, ora si stanno sgretolando e la mia biblioteca, la mia memoria, oggi chiede di essere riaperta e consultata ancora".

I ragazzi fanno poi riferimento alla palestra, soffermandosi infine sulla questione Aula MAgna: inagibile da ormai sette mesi a causa del crollo parziale del soffitto. "Attiviamoci - concludono i ragazzi -. Il Flacco non deve morire. Attiviamoci, prima che ci scappi il morto".

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.