/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, palloncini rossi per "Notti contro le mafie": una serata in ricordo delle vittime della criminalità organizzata

Bari, palloncini rossi per "Notti contro le mafie": una serata in ricordo delle vittime della criminalità organizzata

Una serata per ricordare tutte le vittime di mafia, in occasione dei 24 anni dalla morte di Paolo Borsellino.

Ancora un successo per il terzo appuntamento di "Notti contro le Mafie". Quest'anno la manifestazione, volutasi è svolta nella Pineta di San Francesco, a Bari, lì dove a luglio di due anni fa fu piantumato un albero di melograno, dedicato alla memoria delle vittime della strage del 19 luglio 1992, quando perse la vita Paolo Borsellino. Un albero che rappresenta la forza della giustizia, della vita, la forza di tutti gli uomini e le donne che lottano quotidianamente contro tutte le mafie. 

Attimi commoventi durante l'evento, quando sono stati lasciati volare i palloncini rossi che riportavano i nomi di chi ha perso la vita per mano della mafia. Inoltre sono stati ricostruiti gli ultimi 57 giorni della vita di Paolo Borsellino. A Partitre dalla data del 23 maggio 1992, quando furono assassinati i giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinari, fino ad arrivare al pomeriggio del 19 luglio in via D’amelio. 

57 giorni in cui Borsellino lavorò notte e giorno, con interrogatori e indagini serratissime, per arrivare a scoprire la verità sulla morte di Giovanni Falcone. Il giudice sapeva infatti di avere poco tempo e di essere un condannato a morte.

Infine, in chiusura di serata, è stato proiettato il lungometraggio "La mafia uccide solo d'estate", di Pierfrancesco Diliberto.

 

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.