Home Attualità Bari, in tre sul motorino!

Bari, in tre sul motorino!

Siamo quasi sicuri che sia un modo per abbattere l’inquinamento e il traffico!

Abbiamo immortalato la scena questa mattina, in via Bovio a Bari: il conducente che trasportava sul suo motorino due ragazzini di cui uno senza casco. Anche se in questo modo si velocizza e ottimizza il trasporto di persone, è bene ricordare che è un espediente molto pericoloso!

{loadposition debug}Senza dimenticare cosa dice il Codice della Strada:

Sanzioni specifiche sono previste dal Codice della strada per i conducenti e i passeggeri dei ciclomotori. Ad esempio: conducente e passeggero hanno l’obbligo di fare uso del casco. L’art. 171 sanziona chi non usa il casco, chi non lo allaccia e chi usa un casco non omologato in Europa, con la sanzione pecuniaria da euro 80,00 a euro 323,00 (pagamento oltre 60 giorni euro 161,50). E’ previsto anche il fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni. E’ prevista anche la decurtazione di 5 punti nel caso: conducente maggiorenne senza casco; conducente maggiorenne che trasporta passeggero minorenne senza casco L’art. 170 punisce il conducente che effettua manovre azzardate con il veicolo (es. stare seduto in posizione non corretta, reggere il manubrio con una sola mano senza motivo, sollevare la ruota anteriore, trainare o farsi trainare da un altro veicolo, ecc.) nonchè colui che trasporta il passeggero con un veicolo non omologato per il trasporto, con il pagamento di una sanzione pecuniaria da euro 80,00 a euro 323,00 (pagamento oltre 60 giorni euro 161,50). Nel caso di conducente minorenne che trasporta un passeggero senza casco su ciclomotore non idoneo è previsto il fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni e, in caso di recidiva biennale, per 90 giorni. Per il conducente maggiorenne è prevista anche la decurtazione di 1 punto dal titolo di guida L’art. 116, comma 15, sanziona chi conduce un ciclomotore senza patente o senza certificato di idoneità alla guida (il cosiddetto patentino) , perché mai conseguita, revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti a seguito di visita medica. Si tratta di un reato contravvenzionale punito con l’ammenda da 2.257,00 euro a 9,032,00 euro e con l’arresto fino ad un anno nel caso di recidiva biennale. Il ciclomotore è sequestrato per la successiva confisca, salvo appartenga a persona estranea all’illecito. Sono previste sanzioni anche per coloro che affidano il proprio ciclomotore a persone che non abbiano conseguito la patente di guida o il certificato di idoneità alla guida. La sanzione amministrativa prevista per l’affidamento incauto va da euro 389,00 a euro 1.559,00 (779,50 oltre i 60 giorni).

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo