/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, 'Disabilità sportiva esponenziale', al via nuovo progetto per abbattere le barriere architettoniche in piscina

Bari, 'Disabilità sportiva esponenziale', al via nuovo progetto per abbattere le barriere architettoniche in piscina

Fondi regionali per 160mila che serviranno all’acquisto di sollevatori e carrozzine

Si chiama “Disabilità sportiva esponenziale” ed è il nuovo progetto ideato dalla Finp Puglia, in collaborazione con il Cip (Comitato italiano di nuoto paralimpico), approvato dalla Regione Puglia per un importo di 160mila euro che serviranno all’acquisto di nuovi macchinari. La federazione italiana di nuoto paralimpico, che raccoglie atleti con disabilità fisica e visiva, potrà infatti, grazie a questi fondi, dotare gli impianti natatori pugliesi di attrezzature necessarie e idonee a favorire la pratica sportiva degli utenti disabili. Ad esempio sollevatori e carrozzine, strumenti indispensabili per l’accesso in piscina dei tesserati Finp. Le chiavi di accesso a questi importanti macchinari saranno consegnate ufficialmente al Cus Bari, martedì 28 giugno, alle ore 9, alla presenza del presidente nazionale del Cip Luca Pancalli e del presidente nazionale della Finp Roberto Valori. Parteciperanno anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il presidente del Cip regionale, Giuseppe Pinto e il delegato regionale della Finp Puglia, Francesco Piccinini. 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.